it_IT Sport Blogosfere.it - Ultime notizie della sezione Sport Sat, 22 Jul 2017 00:43:41 +0000 Sat, 22 Jul 2017 00:43:41 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogosfere.it/sport 2004-2014 Blogo.it Mondiali di Nuoto Budapest 2017: Furlan argento, Bridi bronzo nella 25 km. Settebello agli ottavi Fri, 21 Jul 2017 20:08:46 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/487973/mondiali-di-nuoto-budapest-2017-furlan-argento-bridi-bronzo-nella-25-km http://www.outdoorblog.it/post/487973/mondiali-di-nuoto-budapest-2017-furlan-argento-bridi-bronzo-nella-25-km Lucia Resta Lucia Resta

Aggiornamento ore 22:39 - La giornata si è conclusa con il match del Settebello, l’ultimo della fase a gironi, contro l’Australia: gli azzurri hanno battuto l’Australia per 13-5, ma avevano bisogno di undici gol di scarto per essere primi nella Pool.

Il Settebello chiude il girone al secondo posto, dietro all’Ungheria, e tornerà in acqua per gli ottavi domenica contro il Kazakistan, che è terzo nel proprio girone. I ragazzi di Sandro Campagna hanno ottenuto finora due vittorie e un pareggio e sono ancora imbattuti.

In serata ci sono stati anche i preliminari del duo misto libero di nuoto sincronizzato e l’Italia, con Giorgio Minisini e Mariangela Perrupato, ha ottenuto il secondo punteggio: 90.88333 punti di cui 27.2000 per l’esecuzione, 36.5333 per l’impressione artistica e 27.1000 per la difficoltà degli elementi. Davanti agli azzurri c’è solo la Russia con Aleksandr Maltsev e Mikhaela Kalancha che hanno ottenuto 92.0000 punti.

Oggi sono state assegnate le medaglie dei tuffi femminili dal trampolino da 3 m: purtroppo non c’erano azzurre in gara poiché Elena Bertocchi è uscita ai preliminari. L’oro è andato alla “solita” Shi Tingmao con 383.50 punti, l’argento alla sua connazionale cinese Wang Han con 359.40, il bronzo alla canadese Jennifer Abel con 351.55 punti.

Sempre nei tuffi oggi l’azzurro Vladimir Barbu ha chiuso le semifinali dalla piattaforma al quindicesimo posto e non si è qualificato alla finale di domani: 380.30 il suo punteggio finale.

Aggiornamento ore 14:07 - Anche nella 25 km femminile del nuoto di fondo c’è un’italiana sul podio ed è Arianna Bridi, già bronzo nella 10 km. Anche questa volta la medaglia è di bronzo in 5h 22’ 08” 20, dietro alla brasiliana Ana Marcela Cunha (5h 21’ 58” 40), al suo terzo titolo iridato, e l’olandese Sharon Van Rouwendaal (5h 22’ 00” 80). Quarta è l’altra azzurra in gara, Martina Grimaldi.
Il bilancio per l’Italfondo a Budapest è dunque di cinque medaglie, due in più di Kazan 2015, ma in questo caso manca l’oro.

Aggiornamento ore 13:33 - Il nuoto di fondo regala un’altra medaglia all’Italia: è l’argento di Matteo Furlan nella 25 km di fondo. Nella stessa gara il campione uscente Simone Ruffini si è piazzato al quarto posto. L’oro è andato al francese Axel Reymond in 5h 02’ 46” 40, il bronzo al russo Evgenii Drattcev in 5h 02’ 49” 80. Il tempo di Furlan è 5h 02’ 47” 00, mentre quello di Ruffini 5h 02’ 53” 10.
Ai Mondiali 2015 Furlan aveva vinto il bronzo sia nella 5 km, sia nella 25 km, oggi ha scalato un altro gradino del podio.

Questa mattina si è svolta anche la finale del libero a squadre di nuoto sincronizzato e l’Italia si è piazzata al quinto posto con 91.7000 punti, di cui 27.5000 per l’esecuzione, 36.8000 per l’impressione artistica e 27.4000 per la difficoltà degli elementi.
L’oro è andato alla Russia con 97.3000 punti, l’argento alla Cina con 95.2333 e il bronzo all’Ucraina con 93.9333.

Nei tuffi maschili dalla piattaforma l’azzurro Vladimir Barbu è riuscito a ottenere l’ultimo posto disponibile, il 18°, per le semifinali ottenendo un punteggio di 404.95 punti. Solo 30°, invece, Mattia Placidi con 346.00 punti.

Mondiali di Nuoto a Budapest: 21 luglio 2017


A Budapest oggi si chiudono le gare di nuoto di fondo dei Mondiali 2017. Questa mattina è in programma la 25 km in acque libere, sia al maschile, sia al femminile, con partenze distaccate di soli 15 minuti. Gli uomini partono alle ore 8:30, le donne alle 8:45. Per l’Italia ci sono in gara Matteo Furlan e Simone Ruffini nella gara maschile, Arianna Bridi (già bronzo nella 10 km) e Martina Grimaldi.

In mattinata ci sono anche la finale di nuoto sincronizzato a squadre nel libero, con le azzurre che si sono qualificate con il quinto punteggio, 90.4667 punti, di cui 27.0000 per l’esecuzione, 36.2667 per l’impressione artistica, 27.2000 per gli elementi. Davanti alle azzurre ci sono Russia, Cina, Ucraina e Giappone che lotteranno per le medaglie.

La giornata del nuoto sincronizzato si chiuderà con i preliminari del duo libero misto con Giorgio Minisini, già oro nel tecnico, e Mariangela Perrupato, che si esibiranno in Paradise Lost, la storia dei progenitori dell’umanità raccontata in tre minuti tra mitologia e tempi moderni con la coreografia di Anastasija Ermakova.

Per quanto riguarda i tuffi, purtroppo Elena Bertocchi ieri non ha superato i preliminari nella gara dal trampolino da 3 m e dunque oggi non ci sarà nella finale che comincerà alle 18:30. Si svolgeranno oggi anche i preliminari e le semifinali della gara maschile dalla piattaforma e per l’Italia ci saranno Vladimir Barbu e Mattia Placidi, che per concentrarsi sulla gara individuale hanno rinunciato a quella in sincro.

La giornata di oggi si chiuderà con la pallanuoto maschile: l’Italia affronterà l’Australia nell’ultimo match della fase a gironi dopo la vittoria contro la Francia per 18-9 e il pareggio per 9-9 con l’Ungheria.

Le gare si possono vedere in diretta tv su RaiSport e su Raidue e in streaming sul sito web ufficiale di RaiSport e su RayPlay.

Programma e azzurri in gara il 21 luglio 2017


BUDAPEST, HUNGARY - JULY 18:  Italy competes during the Synchronised Swimming Team Technical Final on day five of the Budapest 2017 FINA World Championships on July 18, 2017 in Budapest, Hungary.  (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Nuoto di fondo:
Ore 8:30 - 25 km di fondo - Con Matteo Furlan e Simone Ruffini
Ore 8:45 - 25 km di fondo - Con Arianna Bridi e Martina Grimaldi

Nuoto sincronizzato:
Ore 11:00 - Finale libero a squadre - Con l’Italia
Ore 19:00 - Preliminari duo misto - Con Giorgio Minisini e Mariangela Perrupato

Tuffi:
Ore 10:00 - Preliminari tuffi uomini dalla piattaforma - Con Vladimir Barbu e Mattia Placidi
Ore 15:20 - Semifinali tuffi uomini dalla piattaforma
Ore 18:30 - Finale tuffi donne da 3 m

Pallanuoto maschile:
Ore 21:30 - Australia-Italia

PROSEGUI LA LETTURA

Mondiali di Nuoto Budapest 2017: Furlan argento, Bridi bronzo nella 25 km. Settebello agli ottavi é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 22:08 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Mondiali di Scherma Lipsia 2017: Volpi argento, Errigo bronzo nel fioretto femminile Fri, 21 Jul 2017 19:00:16 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/488036/mondiali-di-scherma-lipsia-2017-volpi-argento-errigo-bronzo-nel-fioretto-femminile http://www.outdoorblog.it/post/488036/mondiali-di-scherma-lipsia-2017-volpi-argento-errigo-bronzo-nel-fioretto-femminile Lucia Resta Lucia Resta

Nella prima giornata di gare dei tabelloni principali ai Mondiali di Scherma 2017 a Lipsia sono subito arrivate due medaglie per l’Italia, entrambe dal fioretto femminile: sono l’argento di Alice Volpi e il bronzo di Arianna Errigo. Le due azzurre sono state sconfitte, rispettivamente in finale e in semifinale, dalla campionessa olimpica Inna Deriglazova, la russa che si è riconfermata campionessa del mondo.

In finale Alice Volpi, dopo aver recuperato cinque stoccate, ha infine ceduto 14-13, ma la sua crescita nell’ultimo anno è assolutamente da elogiare. L’ex iridata Arianna Errigo, che un mese fa ha sconfitto Deriglazova agli Europei ed è dunque campionessa d’Europa in carica, questa volta ha ceduto 15-6. L’altro bronzo è andato alla francese Ysaora Thibus, battuta in semifinale da Alice Volpi per 15-12.

Vittima di Deriglazova è stata anche Camilla Mancini, che è stata eliminata ai quarti dalla russa per 15-9. La quarta azzurra in gara, Martina Batini, è invece uscita ai sedicesimi, battuta dalla tedesca Anne Sauer che si è imposta per 15-10.

Oggi si sono disputate anche le gare del tabellone principale della sciabola maschile e per l’Italia l’avventura è finita ai quarti di finale con Luca Curatoli, che è stato eliminato dal coreano Gu per 15-11. L’azzurro aveva vinto il derby contro Luigi Samele negli ottavi vincendo per 15-13. Aldo Montano è invece uscito ai sedicesimi, battuto 15-12 dal tedesco Matyas Szabo, mentre Enrico Berrè è stato battuto al primo turno per 15-13 dall’iraniano Ali Pakdaman. L’oro nella sciabola è andato all’ungherese András Szatmari, che ha vinto la finale contro il coreano Gu Bongil per 15-11, mentre il bronzo è andato al russo Kamil Ibragimov e al francese Vincent Anstett.

Domani i Mondiali proseguono con le gare individuali di sciabola femminile e di spada maschile e in gara ci sono gli azzurri Martina Criscio, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta, Irene Vecchi, Marco Fichera, Enrico Garozzo, Paolo Pizzo e Andrea Santarelli.

Alice Volpi

Foto e Video © Federscherma

PROSEGUI LA LETTURA

Mondiali di Scherma Lipsia 2017: Volpi argento, Errigo bronzo nel fioretto femminile é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 21:00 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Tour de France 2017: Boasson Hagen vince la tappa 19, Bennati quarto | Video e classifica Fri, 21 Jul 2017 15:38:56 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/487975/tour-de-france-2017-boasson-hagen-vince-la-tappa-19-video-e-classifica http://www.outdoorblog.it/post/487975/tour-de-france-2017-boasson-hagen-vince-la-tappa-19-video-e-classifica Lucia Resta Lucia Resta

È Edvald Boasson Hagen a portare la prima vittoria in questo Tour de France alla Norvegia e alla Dimension Data. Chi aspettava Alexander Kristoff o Mark Cavendish (uscito di scena alla quarta tappa) si può consolare con l'impresa del corridore norvegese della squadra sudafricana che oggi è andato in fuga e poi nel finale ha allungato al momento giusto lasciandosi indietro tutti i compagni di avventura di oggi.
Sono stati in venti i fuggitivi, partiti a inizio tappe e giunti poi al traguardo divisi in due gruppetti. Tra di loro anche gli italiani Gianluca Brambilla della Quick-Step Floors e Daniele Bennati della Movistar. Il gruppo Maglia Gialla ha avuto per tutto il giorno un ritardo tra i sette e i dieci minuti e mezzo.

I primi venti al traguardo della diciannovesima tappa da Embrun a Salon-de-Provence:
1) Edvald Boasson Hagen (Norvegia) Dimension Data 5h 06' 09"
2) Nikias Arndt (Germania) Team Sunweb +5"
3) Jens Keukeleire (Belgio) Orica-Scott +17"
4) Daniele Bennati (Italia) Movistar Team +17"
5) Thomas De Gendt (Belgio) Lotto Soudal +17"
6) Sylvain Chavanel (Francia) Direct Energie +17"
7) Elie Gesbert (Francia) Team Fortuneo - Oscaro +17"
8) Jan Bakelants (Belgio) AG2R La Mondiale +17"
9) Michael Albasini (Svizzera) Orica-Scott +19"
10) Pierre Luc Perichon (Francia) Team Fortuneo - Oscaro +1' 32"
11) Lilian Calmejane (Francia) Direct Energie +1' 37"
12) Ben Swift (Gran Bretagna) UAE Team Emirates +1' 37"
13) Gianluca Brambilla (Italia) Quick-Step Floors +1' 37"
14) Julien Simon (Francia) Cofidis, Solutions Credits +1' 37"
15) Romain Hardy (Francia) Team Fortuneo - Oscaro +1' 37"
16) Rudy Molard (Francia) FDJ +1' 37"
17) Robert Kiserlovski (Croazia) Katusha-Alpecin +1' 37"
18) Tony Gallopin (Francia) Lotto Soudal +1' 37"
19) Romain Sicard (Francia) Direct Energie +1' 37"
20) Bauke Mollema (Olanda) Trek-Segafredo +1' 37"

E queste sono le prime posizioni della classifica generale dopo 19 tappe:
1) Christopher Froome (Gran Bretagna) Team Sky 83h 26' 55"
2) Romain Bardet (Francia) AG2R La Mondiale +23"
3) Rigoberto Uran (Colombia) Cannondale-Drapac +29"
4) Mikel Landa (Spagna) Team Sky +1' 36"
5) Fabio Aru (Italia) Astana Pro Team +1' 55"
6) Daniel Martin (Irlanda) Quick-Step Floors +2' 56"
7) Simon Yates (Gran Bretagna) Orica-Scott +4' 46"
8) Louis Meintjes (Sudafrica) UAE Team Emirates +6' 52"
9) Warren Barguil (Francia) Team Sunweb +8' 22"
10) Alberto Contador (Spagna) Trek-Segafredo +8' 34"

Il racconto della vittoria di Boasson Hagen


[live_placement]

Tour de France 2017, tappa 19: Embrun/Salon-de-Provence


Il Tour de France 2017, dopo le durissime tappe di montagna, giunge oggi alla sua frazione più lunga, di ben 222,5 km. La diciannovesima tappa, infatti, vedrà i corridori partire da Embrun a mezzogiorno e mezzo, per arrivare a Salon-de-Provence.

In questa frazione dovrebbero darsi di nuovo battaglia i velocisti, ma, vista la stanchezza accumulata, è anche probabile che possa farsi strada una fuga e arrivare fino al traguardo. La fuga potrebbe essere agevolata dai due gran premi della montagna presenti proprio nei primi chilometri, entrambi di terza categoria. Il primo è il Col Lebraut, salita di 4,7 km al 6% di pendenza media e si trova al km 26, il secondo è la Côte de Brézier, solo 2,3 km al 5,8%, al km 43.

Lo sprint intermedio si trova a Banon, al km 136,5, poco dopo ci sarà un tratto in discesa fino al km 166, poi si salirà verso l’ultimo gpm, di terza categoria, il Col du Pointu, con scollinamento al km 177,5. Il finale è piatto e dunque potrebbe favorire il gruppo per far concludere la frazione con una volata.

Se volata sarà, questa volta non c’è un velocista favorito, visto che Marcel Kittel si è ritirato, il più in forma è Michael Matthews del Team Sunweb, che deve consolidare la sua Maglia Verde, ma ci sono ancora molti velocisti che sono rimasti senza vittorie finora e hanno oggi la penultima chance, prima dell’ultima tappa a Parigi di domenica prossima.

Per quanto riguarda gli uomini di classifica, invece, oggi dovrebbe essere per loro una giornata tranquilla in attesa della crono di sabato che deciderà definitivamente le posizioni e il podio. La Maglia Gialla di Chris Froome sembra tuttavia ormai cosa fatta dopo aver superato gli ostacoli Galibier e Izoard.

La tappa si può guardare in diretta tv su Eurosport, RaiSport e poi dalle 15 anche s u Raitre. C’è anche il live streaming tramite Eurosport Player, RayPlay e il sito di RaiSport.

Altimetria e planimetria tappa 19: Embrun/Salon-de-Provence


PROSEGUI LA LETTURA

Tour de France 2017: Boasson Hagen vince la tappa 19, Bennati quarto | Video e classifica é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 17:38 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Mondiali femminili: Italdonne, ecco le 28 convocate Fri, 21 Jul 2017 12:00:48 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565991/mondiali-femminili-italdonne-ecco-le-28-convocate http://rugby1823.blogosfere.it/post/565991/mondiali-femminili-italdonne-ecco-le-28-convocate DuccioFumero DuccioFumero

RBS Sei Nazioni 2017, Cumbernauld, Broadwood Stadium 17/03/2017 Scozia Donne v Italia Donne,  Un attacco di Melissa Bettoni.

Le Azzurre si raduneranno al CPO di Tirrenia mercoledì 26 a sabato 29 luglio per continuare la preparazione in vista del Mondiale. Venerdì 4 agosto alle 11 è in programma all’NH Touring di Milano la conferenza stampa di presentazione della squadra che parteciperà al mondiale. Al termine l’Italia si sposterà a Parma per l’ultimo raduno prima per la partenza per Dublino, in programma nella serata di sabato 5 agosto.

Le Azzurre, che tornano a disputare un Mondiale a quindici anni di distanza dall’ultima apparizione, sono inserite nel Pool B, esordiranno a Dublino contro gli USA mercoledì 9 agosto a Dublino alle 16.30 locali (17.30 ITA). Domenica 13 agosto è in calendario il secondo incontro con le campionesse in carica dell’Inghilterra alle 14.30 locali (15.30 ITA), mentre nell’ultima partita del girone l’Italia affronterà la Spagna alle 14.45 locali (15.45 ITA). La seconda fase del torneo, in programma dal 22 al 26 agosto, si disputerà a Belfast.

“Siamo molto soddisfatti del gruppo che si è creato – ha esordito Di Giandomenico -. Tutte le ragazze che hanno preso parte ai raduni di preparazione alla Coppa del Mondo hanno messo in campo il 100% mostrando una grande determinazione. Siamo consapevoli di avere un gruppo allargato su cui poter contare, ma abbiamo optato per delle scelte in ottica della squadra puntando sulla duttilità di alcune giocatrici”.

“Nel prossimo raduno andremo ad analizzare nel dettaglio vari aspetti per farci trovare pronti all’esordio contro gli USA. Siamo emozionati al pensiero di partecipare al Mondiale e ogni giorno che passa cresce l’attesa per questo evento. E’ un orgoglio per noi rappresentare l’intero movimento rugbistico femminile italiano in una competizione a cui ambisce partecipare qualsiasi atleta in ogni sport”.

“E’ una emozione enorme poter rappresentare l’Italia al mondiale – ha dichiarato Sara Barattin, capitano delle azzurre -. Partecipare a questa competizione è il coronamento di un lungo percorso intrapreso con la squadra. La nostra preparazione a questo evento è iniziata dopo aver battuto la Scozia a Bologna: non vediamo l’ora di scendere in campo”.

ITALDONNE - convocate
Piloni
Elisa CUCCHIELLA (Rugby Belve Neroverdi, 62 caps)
Marta FERRARI (Stade Rennais, 18 caps)
Lucia GAI (Stade Rennais, 47 caps)
Gaia GIACOMOLI (Rugby Colorno F.C., 6 caps)
Tallonatori
Melissa BETTONI (Stade Rennais, 35 caps)
Lucia CAMMARANO (Asd Rugby Monza 1949, 16 caps)
Seconde linee
Valeria FEDRIGHI (Verona Rugby, 2 caps)
Valentina RUZZA (Valsugana Rugby Padova 14 caps)
Flavia SEVERIN (Benetton Treviso, 49 caps)
Sara TOUNESI (Rugby Colorno – esordiente)
Alice TREVISAN (Rugby Riviera 1975, 39 caps)
Flanker/n°8
Ilaria ARRIGHETTI (Stade Rennais, 25 caps)
Michela ESTE (Benetton Treviso, 53 caps)
Silvia GAUDINO (Rugby Monza 1949, 67 caps)
Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova, 21 caps)
Isabella LOCATELLI (Rugby Monza 1949, 11 caps)
Mediani di mischia
Sara BARATTIN (Villorba Rugby, 71 caps)
Claudia SALVADEGO (Valsugana Rugby Padova, 1 cap)
Mediani d’apertura
Beatrice RIGONI (Valsugana Rugby Padova, 16 caps)
Veronica SCHIAVON (Yokohama TKM, 78 caps)
Centri/Ali/Estremi
Maria Grazia CIOFFI (Rugby Colorno, 46 caps )
Manuela FURLAN (Harlequins, 55 caps)
Veronica MADIA (Rugby Colorno, 3 caps)
Maria MAGATTI (Rugby Monza 1949, 19 caps)
Aura MUZZO (Pordenone Rugby – esordiente)
Michela SILLARI (Harlequins, 34 caps)
Sofia STEFAN (Stade Rennais, 27 caps)
Paola ZANGIROLAMI (Valsugana Rugby Padova, 72 caps)

PROSEGUI LA LETTURA

Mondiali femminili: Italdonne, ecco le 28 convocate é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 14:00 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Super Rugby: gli Hurricanes abbattono i Brumbies Fri, 21 Jul 2017 11:25:36 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565988/super-rugby-gli-hurricanes-abbattono-i-brumbies http://rugby1823.blogosfere.it/post/565988/super-rugby-gli-hurricanes-abbattono-i-brumbies DuccioFumero DuccioFumero

CANBERRA, AUSTRALIA - JULY 21: Jordie Barrett of the Hurricanes scores a try during the Super Rugby Quarter Final match between the Brumbies and the Hurricanes at Canberra Stadium on July 21, 2017 in Canberra, Australia.  (Photo by Mark Nolan/Getty Images)

Dura poco meno di un'ora la resistenza dei Brumbies, che partono bene, restano avanti per 49', ma non sfruttano neppure la superiorità numerica per 10 minuti e nel finale crollano contro degli Hurricanes cinici e perfetti. La prima meta arriva al 4' con James Dargaville, cui i neozelandesi rispondono poco dopo con Wes Goosen all'8'. Tornano avanti i Brumbies al piede, poi allungano al 16' con Josh Mann-Rea, ma è l'ultima fiammata per gli australiani.

Al 26' accorcia la meta di Jordie Barrett, poi due calci fissano il punteggio nel primo tempo sul 16-15 per i Brumbies, con gli Hurricanes che perdono per 10 minuti Jeff Toomaga-Allen con un giallo. Ma in inferiorità arriva il sorpasso, con il piazzato di Barrett al 49'. E qui si spengono i Brumbies. E' un monologo dei Canes, che dominano possesso e territorio e colpiscono al 69' con TJ Perenara e al 76' di nuovo con Wes Goosen. Finisce 35-16, con un parziale di 20-0 nella ripresa e semifinali conquistate per i campioni in carica.

PROSEGUI LA LETTURA

Super Rugby: gli Hurricanes abbattono i Brumbies é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 13:25 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Benetton Treviso: sarà Budd il capitano Fri, 21 Jul 2017 10:45:47 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565984/benetton-treviso-sara-budd-il-capitano http://rugby1823.blogosfere.it/post/565984/benetton-treviso-sara-budd-il-capitano DuccioFumero DuccioFumero

deancap.jpg

Nella riunione di stamane l’head coach biancoverde Kieran Crowley ha comunicato alla squadra la scelta condivisa da società e staff di affidare a Dean i gradi capitano. Budd, dopo aver vestito le maglie Auckland, Blues, Northland e NEC Green Rockets, è arrivato in Italia nella stagione 2012/2013. Giocatore di grande dinamismo capace di ricoprire il ruolo di seconda e terza linea, è un ottimo saltatore oltre ad essere un amante del gioco veloce: la facilità nell’esecuzione degli offloads ne sono una dimostrazione.

In questi 5 anni a Treviso durante i quali ha collezionato 88 presenze, Dean si è fatto apprezzare anche come prolifico marcatore, sono 4 le mete segnate in questa stagione ed è lui il biancoverde ad aver realizzato più mete nello stesso match di PRO12 (il primo marzo del 2013 ne siglò 3 al Ravenhill di Belfast nella gara terminata in pareggio 29 a 29 contro l’Ulster, ndr). Inoltre lo scorso mese, in occasione del tour estivo della Nazionale Italiana Maggiore, ha fatto il suo esordio con la maglia azzurra scendendo in campo dal primo minuto in tutti e tre i match disputati.

Queste le parole del nuovo capitano biancoverde che visibilmente emozionato si è rivolto così alla squadra: “Questo è il momento più bello della mia carriera. Per me sarà un onore poter essere il vostro capitano e so che non sarò solo poiché questo è un gruppo composto da tanti leader. Quella che ci attende sarà una stagione importante dalla quale ci auguriamo di raccogliere quanto seminato lo scorso anno”.

Alle dichiarazioni di Budd hanno fatto seguito quelle del Presidente, Amerino Zatta: “A nome di tutta la società voglio congratularmi con Dean per il percorso di crescita mostrato in queste stagioni trascorse con la nostra maglia. I gradi di capitano per lui non rappresenteranno una novità poiché già nella parte finale dello scorso campionato, le sue prestazioni sportive abbinate alla sua leadership lo avevano portato in numerose occasioni a ricoprire questo importante ruolo”.

PROSEGUI LA LETTURA

Benetton Treviso: sarà Budd il capitano é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 12:45 di Friday 21 July 2017

]]>
0
World Grand Prix Volley 2017: l’Italia stende di nuovo la Turchia 3-1 Fri, 21 Jul 2017 10:30:01 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/487982/world-grand-prix-volley-2017-litalia-stende-di-nuovo-la-turchia-3-1 http://www.outdoorblog.it/post/487982/world-grand-prix-volley-2017-litalia-stende-di-nuovo-la-turchia-3-1 Lucia Resta Lucia Resta

Anche se oggi il match è stato un po’ più sofferto rispetto a una settimana fa, alla fine è stata ancora una volta la Turchia di Giovanni Guidetti a doversi inchinare davanti all’Italia di Davide Mazzanti nel primo match del terzo weekend del World Grand Prix 2017 che si sta giocando a Bangkok.

Le azzurre, che lo scorso weekend a Macao si erano già imposte contro le turche in soli tre set e con un ampio scarto di punti, oggi hanno dovuto fare i conti con avversarie più agguerrite e soprattutto più preparate, che hanno provato a dimostrare di aver imparato dai propri errori, ma Chirichella e compagne l’hanno spuntata un’altra volta, confermando il grande carattere di cui avevano già dato prova nel secondo match contro gli Stati Uniti.

Il ct Mazzanti oggi ha schierato quella che sembra ormai essere la formazione tipo e cioè Ofelia Malinov in regia, Paola Egonu opposto, Miryam Sylla e Caterina Bosetti in banda, Raphaela Folie e Cristina Chirichella al centro più Monica De Gennaro libero. Nel corso del match hanno trovato spazio anche Sara Loda e poi, nel secondo set, quello perso il cui il ct ha provato a mischiare un po’ le carte, anche la diagonale con Alessia Orro e Indre Sorokaite più Valentina Tirozzi in banda.

L’Italia è partita con il piede giusto vincendo il primo set quasi come se fosse una continuazione del match della scorsa settimana, con un ampio distacco rispetto alle avversarie e ha chiuso 25-17. Nel secondo set, però, si è fatta sentire la reazione delle turche, che sono riuscite a imporsi 20-25. L’Italia è tornata sugli scudi nel terzo set, vincendo a modo suo, 25-21, ma il quarto parziale è stato equilibratissimo, tanto che si è concluso soltanto ai vantaggi con il risultato di 32-30 a favore delle azzurre.

Il terzo e ultimo weekend della fase a gironi del World Grand Prix 2017 proseguirà domani con la sfida tra Italia e Repubblica Dominicana, in programma alle ore 10 italiane, poi domenica c’è la partita delle azzurre contro le padrone di casa della Thailandia, alle ore 13. Le ragazze di Mazzanti possono concretizzare la qualificazione alla Final Six di Nanchino.

Questo il risultato completo del match giocato stamattina:
Italia-Turchia 3-1 (25-17, 20-25, 25-21, 32-30)

Le partite si possono vedere in diretta streaming e poi si possono rivedere quando si vuole come normale video sul canale YouTube della FIVB, la Federazione Internazionale di Volley.

Foto © FIVB

PROSEGUI LA LETTURA

World Grand Prix Volley 2017: l’Italia stende di nuovo la Turchia 3-1 é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 12:30 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Rassegna stampa: prime pagine Gazzetta, Corriere e Tuttosport di venerdì 21 luglio 2017 Fri, 21 Jul 2017 08:09:42 +0000 http://www.calcioblog.it/post/709741/rassegna-stampa-prime-pagine-gazzetta-corriere-e-tuttosport-di-venerdi-21-luglio-2017 http://www.calcioblog.it/post/709741/rassegna-stampa-prime-pagine-gazzetta-corriere-e-tuttosport-di-venerdi-21-luglio-2017 Mirko Nicolino Mirko Nicolino

La Gazzetta dello Sport di oggi, venerdì 21 luglio 2017, apre con un’intervista esclusiva all’amministratore delegato del Milan, Marco Fassone, che promette il ritorno tra i primi 5 club al mondo nel giro di un quinquennio. Intanto, dal mercato è in arrivo l’11° colpo: Kalinic dalla Fiorentina. In taglio alto, un no ai rossoneri: Cairo blinda Belotti, “non voglio venderlo”. Di spalla, le altre notizie di mercato di oggi: Bernardeschi non va in ritiro con la Fiorentina, Juve sempre più vicina. E ancora, l’Inter che vuole piazzare il doppio colpo Keita-Schick e dall’estero il PSG che punta al blaugrana Neymar con 222 milioni di euro.

“Juve da 10” è il titolo d’apertura del Corriere dello Sport: il viola Bernardeschi è ormai ad un passo dai bianconeri, ha inviato un certificato alla Fiorentina, si chiuderà a 40 milioni di euro più 8 di bonus. In taglio alto, le parole del diesse del Milan, letteralmente scatenato: “Voglio anche Sanches”. In taglio basso, le prime parole di Ounas, che a Napoli si sente nel “paradiso” del bel gioco. Roma: in arrivo Kolarov dal Manchester City, mentre all’estero tiene banco il caso Neymar, obiettivo numero uno del PSG.

Prima pagina sostanzialmente divisa tra due titoloni per Tuttosport: Bernardeschi vicino alla Juve e Belotti “legato” dal presidente del Torino, Urbano Cairo: “Resta con noi, 100 milioni o niente, decido io”. In taglio alto, le mosse delle milanesi: il Milan prende Kalinic in attesa di un altro grande colpo; l’Inter deve mettere a segno due colpi per calmare Spalletti.

PROSEGUI LA LETTURA

Rassegna stampa: prime pagine Gazzetta, Corriere e Tuttosport di venerdì 21 luglio 2017 é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 10:09 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Top 14: Tolone, alla fine è Fekitoa Fri, 21 Jul 2017 08:00:10 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565977/top-14-tolone-alla-fine-e-fekitoa http://rugby1823.blogosfere.it/post/565977/top-14-tolone-alla-fine-e-fekitoa DuccioFumero DuccioFumero

DUNEDIN, NEW ZEALAND - JULY 14:  (EDITORS NOTE: Image had been converted to black and white) Malakai Fekitoa of the Highlanders looks on during team warmup ahead of the round 17 Super Rugby match between the Highlanders and the Reds at Forsyth Barr Stadium on July 14, 2017 in Dunedin, New Zealand.  (Photo by Dianne Manson/Getty Images)

Era stato dato per certo già da settimane, poi sembrava che tutto fosse saltato. Invece, ora, il passaggio di Malakai Fekitoa al Tolone è cosa fatta. Ad annunciarlo, con un post su Instagram, lo stesso trequarti degli Highlanders, che così dice addio al Super Rugby e alla maglia degli All Blacks.

"Volevo farvi sapere che dopo averci pensato a lungo ho deciso di raggiungere il Tolone alla fine dell'anno. E' stata la decsione più dura della mia vita quella di lasciare la nuova Zelanda, ma dopo aver capito quali fossero le cose importanti per me sono convinto che sia il momento giusto per me personalmente e per la mia carriera" ha scritto Fekitoa.

Nato ad Haʻapai (Tonga) il 10 maggio 1992, Malakai Fekitoa a 17 anni durante una visita in Nuova Zelanda ottenne una borsa di studio ad Auckland pur non parlando inglese. Nel 2012 debutta per la provincia di Auckland nell'ITM Cup e nel 2013 fu aggregato alla franchigia dei Blues, mentre nella stagione successiva passa agli Highlanders. Debutta con gli All Blacks contro l'Inghilterra nel giugno 2014 e un anno più tardi si aggiudica il Super Rugby 2015 con gli Highlanders. Convocato per la Coppa del Mondo 2015 in Inghilterra, si è laureato campione del mondo giocando due match nella fase a gironi.

PROSEGUI LA LETTURA

Top 14: Tolone, alla fine è Fekitoa é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 10:00 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Zebre: i giocatori si allenano aspettando novità Fri, 21 Jul 2017 07:00:07 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565972/zebre-i-giocatori-si-allenano-aspettando-novita http://rugby1823.blogosfere.it/post/565972/zebre-i-giocatori-si-allenano-aspettando-novita DuccioFumero DuccioFumero

zebre-21-luglio.jpg

Ricevuta la rassicurazione scritta che l'assicurazione è valida fino a fine agosto, ieri i ragazzi delle Zebre sono per la prima volta scesi in campo per un allenamento collettivo agli ordini di Michael Bradley. Un primo passo, importante, anche se dopo l'incontro dell'altro ieri con Gavazzi - qui trovate i dettagli - sono ancora tante le domande che attendono risposta.

Oggi, infatti, a Bologna si tiene il Consiglio Federale che dovrebbe, ma il condizionale resta d'obbligo, ratificare la creazione di una nuova società - la Zebre Rugby Club - che dovrebbe subentrare a quella che ha gestito gli ultimi due anni di Zebre. E qui, però, nascono i problemi. Perché la vecchia dirigenza non sembra intenzionata a farsi da parte, convinta di avere le carte giuridiche per contestare la decisione federale di revocarle la licenza del Pro 12. Lo scontro rischia di essere duro e di impantanare il passaggio di consegne.

A ciò si aggiunga, come abbiamo già detto l'altro giorno, che va capito quale budget la Fir darà alle Zebre e come pensa di coprire tutti i costi, se con un intervento del Coni (che sembra tentennare, secondo voci giunte a Rugby 1823) o puntando su soci privati, che però al momento non sono noti. Inoltre, secondo voci che rimbalzano da Parma (fonte Sportparma), la vecchia società avrebbe sulla testa la spada di Damocle di un'indagine esplorativa della Procura della Repubblica che vorrebbe vederci chiaro nella gestione degli ultimi due anni.

Tornando all'incontro tra Gavazzi e i giocatori, oltre alle indiscrezioni raccolte da questo blog, a far capire che il faccia a faccia non sia stato dei più tranquilli né che abbia dato le risposte che ci si aspettava sono state le parole dello stesso presidente federale quando ha abbandonato il Lanfranchi. Come riportava ieri, infatti, la Gazzetta di Parma, Gavazzi ai giornalisti locali presenti avrebbe detto di essere "deluso, amareggiato e incazzato" per la presa di posizione dei giocatori, liquidando i colleghi presenti con un "chiedi a loro. Cosa hanno da recriminare con la nuova società? Niente".

Insomma, i ragazzi - avute le garanzie sull'assicurazione - sono tornati ad allenarsi, a dimostrazione che quello di Parma non era uno sciopero ma uno stop dettato dalle inadempienze di chi - a dei professionisti - deve garantire un contratto e delle coperture assicurative. Per il resto, però, le domande senza risposta sono ancora tante e, forse, il Consiglio federale di oggi non potrà darle tutte. Soprattutto a una domanda, temo, non verrà mai data risposta: visto che i problemi delle Zebre private erano noti già dal novembre 2015 e che la situazione è precipitata più di un anno fa, prima di diventare ingestibile negli ultimi mesi, perché da parte della Federazione e di Alfredo Gavazzi si è lasciato incancrenire il tutto fino al punto di non ritorno in cui siamo finiti? A fare dietrologia, le risposte ci sarebbero.

PROSEGUI LA LETTURA

Zebre: i giocatori si allenano aspettando novità é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 09:00 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Super Rugby: Brumbies vs Hurricanes vale la semifinale Fri, 21 Jul 2017 06:00:09 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565963/super-rugby-brumbies-vs-hurricanes-vale-la-semifinale http://rugby1823.blogosfere.it/post/565963/super-rugby-brumbies-vs-hurricanes-vale-la-semifinale DuccioFumero DuccioFumero

NAPIER, NEW ZEALAND - APRIL 21:  Wharenui Hawera of the Brumbies is tackled by Ardie Savea of the Hurricanes during the round nine Super Rugby match between the Hurricanes and the Brumbies at McLean Park on April 21, 2017 in Napier, New Zealand.  (Photo by Kerry Marshall/Getty Images)

Giocano in casa, hanno vinto la loro conference, ma nonostante ciò i Brumbies sono gli sfavoriti della vigilia nella prima sfida playoff del Super Rugby. La franchigia di Canberra è l'unica australiana sopravvissuta a una stagione difficile e contro troverà gli Hurricanes di Milner-Skudder, dei fratelli Barrett, dei Savea e di Perenara. Un'armata che difficilmente fallirà l'appuntamento. Da segnalare in panchina, per i Brumbies, il ritorno dopo un anno di Christian Leali'ifano.

BRUMBIES - HURRICANES
Venerdì 21 luglio, ore 11.35 - GIO Stadium, Canberra
Brumbies: 15 Tom Banks, 14 Henry Speight, 13 Tevita Kuridrani, 12 Andrew Smith, 11 James Dargaville, 10 Wharenui Hawera, 9 Joe Powell, 8 Jordan Smiler, 7 Chris Alcock, 6 Scott Fardy, 5 Sam Carter, 4 Rory Arnold, 3 Allan Alaalatoa, 2 Josh Mann-Rea, 1 Scott Sio
In panchina: 16 Robbie Abel, 17 Ben Alexander, 18 Leslie Leulua’iali’i-Makin, 19 Blake Enever, 20 Jarrad Butler, 21 Tomas Cubelli, 22 Jordan Jackson-Hope, 23 Christian Lealiifano
Hurricanes: 15 Nehe Milner-Skudder, 14 Wes Goosen, 13 Jordie Barrett, 12 Ngani Laumape, 11 Julian Savea, 10 Beauden Barrett, 9 TJ Perenara, 8 Brad Shields, 7 Ardie Savea, 6 Vaea Fifita, 5 Sam Lousi, 4 Mark Abbott, 3 Jeff To'omaga-Allen, 2 Ricky Riccitelli, 1 Ben May
In panchina: 16 Dane Coles, 17 Chris Eves, 18 Loni Uhila, 19 Reed Prinsep, 20 Callum Gibbins, 21 Te Toiroa Tahuriorangi, 22 Otere Black, 23 Cory Jane

PROSEGUI LA LETTURA

Super Rugby: Brumbies vs Hurricanes vale la semifinale é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 08:00 di Friday 21 July 2017

]]>
0
Mondiali di Nuoto Budapest 2017: programma e risultati del 20 luglio. Bronzo nel fondo Thu, 20 Jul 2017 19:00:45 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/487903/mondiali-di-nuoto-budapest-2017-programma-e-azzurri-in-gara-il-20-luglio http://www.outdoorblog.it/post/487903/mondiali-di-nuoto-budapest-2017-programma-e-azzurri-in-gara-il-20-luglio Lucia Resta Lucia Resta

Aggiornamento ore 21:00 - La giornata che si è aperta con la bella medaglia di bronzo della staffetta mista del nuoto di fondo nella 5 km, si è chiusa con altri ottimi risultati: il Setterosa ha vinto 15-8 con la Cina e ha vinto il proprio girone approdando direttamente ai quarti di finale. Linda Cerruti e Costanza Ferro hanno chiuso al sesto posto nel duo free di nuoto sincronizzato. L’unica nota stonata della giornata è stata l’eliminazione di Elena Bertocchi dalla gara dal trampolino da 3 m già nei preliminari.

Aggiornamento ore 10:55 - L’italfondo ha conquistato un’altra medaglia, la terza di questi Mondiali: è il bronzo del Team Event. Lo hanno conquistato Rachele Bruni, Giulia Gabbrielleschi, Federico Vanelli e Mario Sanzullo nella staffetta di 5 km. L’oro è andato alla Francia, l’argento agli Stati Uniti.

Mondiali di Nuoto 2017: programma di oggi


I Mondiali di Nuoto 2017 a Budapest vedranno oggi l’assegnazione di altre tre medaglie, ognuna in una disciplina diversa.

Si comincia stamattina alle ore 5 con il Team Event del nuoto di fondo: una staffetta mista in acque libere a cui l’Italia partecipa con Rachele Bruni, Giulia Gabbrielleschi, Federico Vanelli e Mario Sanzullo.

Sempre in mattinata, con inizio alle ore 11, c’è la finale del duo libero nel nuoto sincronizzato e per l’Italia c’è la coppia formata da Linda Cerruti, che ieri ha ottenuto uno straordinario quinto posto nel solo, e Costanza Ferro. Le due azzurre si sono qualificate alla finale di oggi con il sesto punteggio in totale, 90,7000 punti, di cui 27,3000 per l'esecuzione, 36,4000 per l'impressione artistica e 27,0000 per la difficoltà. Si esibiscono sulle note di "Divenire" di Ludovico Einaudi, con la coreografia è curata da Gana Maximova. In serata ci sono anche i preliminari del libero combinato a squadre.

Molto intensa la giornata dei tuffi: alle ore 10 ci sono i preliminari dal trampolino femminile da 3 m con in gara Elena Bertocchi, che ha già conquistato il bronzo da un metro. Purtroppo non ci sono invece azzurri nella finale maschile (ore 18:30) della stessa disciplina perché Giovanni Tocci ieri ha ottenuto solo il 24° posto e Adriano Ruslan Cristofori il 50°. Per le ragazze oggi ci sono anche le semifinali dai 3 m, alle 15:30.

Oggi tornano in acqua anche le azzurre della pallanuoto. Il Setterosa ha i quarti praticamente in tasca. Alle 13:30 affronta la Cina dopo i successi per 10-4 contro il Canada e per 18-4 contro il Brasile.

Programma e azzurri in gara il 20 luglio 2017


Nuoto di fondo:
Ore 10:00 - 5 km Team Relay Mixed - Con Rachele Bruni, Giulia Gabbrielleschi, Federico Vanelli, Mario Sanzullo

Nuoto sincronizzato:
Ore 11:00 - Finale Duo libero - Con Linda Cerruti e Costanza Ferro
Ore 19:00 - Preliminari Libero combinato a squadre - Con l’Italia

Tuffi:
Ore 10:00 - Preliminari tuffi donne dal trampolino da 3 m - Con Elena Bertocchi
Ore 15:30 - Semifinali tuffi donne dal trampolino da 3 m
Ore 18:30 - Finale tuffi uomini dal trampolino da 3 m

Pallanuoto femminile:
Ore 13:30 - Italia-Cina

PROSEGUI LA LETTURA

Mondiali di Nuoto Budapest 2017: programma e risultati del 20 luglio. Bronzo nel fondo é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 21:00 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Mondiali di Scherma Lipsia 2017: calendario e azzurri in gara Thu, 20 Jul 2017 16:51:06 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/487939/mondiali-di-scherma-lipsia-2017-calendario-e-azzurri-in-gara http://www.outdoorblog.it/post/487939/mondiali-di-scherma-lipsia-2017-calendario-e-azzurri-in-gara Lucia Resta Lucia Resta

I Mondiali di Scherma 2017 a Lipsia domani, venerdì 21 luglio, entrano nel vivo con le gare che assegnano le prime medaglie. Oggi si sono concluse le qualificazioni e la buona notizia per l’Italia è che tutti gli atleti azzurri si sono qualificati al main draw.

Ieri Andrea Santarelli nella spada maschile e Camilla Mancini nel fioretto femminile, oggi Alberta Santuccio, Mara Navarria e Giulia Rizzi nella spada femminile hanno ottenuto il pass per il tabellone principale. Gli altri azzurri, invece, sono già direttamente qualificati in virtù del proprio ranking.

Le prime medaglie da assegnare nella giornata di domani sono quelle della sciabola maschile e del fioretto femminile individuali. In gara per l’Italia ci sono gli sciabolatori Enrico Berrè, Luca Curatoli, Aldo Montano e Luigi Samele, e le fiorettiste Martina Batini, Arianna Errigo, Camilla Mancini e Alice Volpi. Tutti questi atleti torneranno in scena lunedì 24 luglio per le rispettive prove a squadre.

Sabato 22 luglio, invece, tocca alle sciabolatrici e agli spadisti e cioè a Martina Criscio, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Irene Vecchi da una parte e a Marco Fichera, Enrico Garozzo, Paolo Pizzo e Andrea Santarelli. Le loro gare a squadre sono in programma per il 25 luglio.

Le gare individuali si concluderanno domenica 23 luglio con la spada femminile e il fioretto maschile, specialità che chiuderanno poi la rassegna iridata con le prove a squadre il 26 luglio. Per l’Italia sono in gara le spadiste Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Giulia Rizzi e Alberta Santuccio e i fiorettisti Giorgio Avola, Andrea Cassarà, Alessio Foconi e Daniele Garozzo, quest’ultimo, lo ricordiamo, campione olimpico in carica.

Le gara si potranno vedere in diretta tv su RaiSport ed Eurosport 2 HD, inoltre ci sarà il live streaming sul canale YouTube della Federazione Internazionale di Scherma.

Mondiali di Scherma 2017: il calendario


Mondiali di Scherma 2017 a Lipsia - Calendario e Azzurri

Venerdì 21 luglio 2017
Sciabola maschile individuale
Fioretto femminile individuale

Sabato 22 luglio 2017
Sciabola femminile individuale
Spada maschile individuale

Domenica 23 luglio 2017
Spada femminile individuale
Fioretto maschile individuale

Lunedì 24 luglio 2017
Sciabola maschile prova a squadre
Fioretto femminile prova a squadre

Martedì 25 luglio 2017
Sciabola femminile prova a squadre
Spada maschile prova a squadre

Mercoledì 26 luglio 2017
Spada femminile prova a squadre
Fioretto maschile prova a squadre

Mondiali di Scherma 2017: azzurri in gara


Fioretto Maschile
Giorgio Avola, Andrea Cassarà, Alessio Foconi, Daniele Garozzo

Fioretto Femminile
Martina Batini, Arianna Errigo, Camilla Mancini, Alice Volpi

Spada Maschile
Marco Fichera, Enrico Garozzo, Paolo Pizzo, Andrea Santarelli

Spada Femminile
Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Giulia Rizzi, Alberta Santuccio

Sciabola Maschile
Enrico Berrè, Luca Curatoli, Aldo Montano, Luigi Samele

Sciabola Femminile
Martina Criscio, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta, Irene Vecchi

Foto e video © Federscherma

PROSEGUI LA LETTURA

Mondiali di Scherma Lipsia 2017: calendario e azzurri in gara é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 18:51 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Tour de France 2017, tappa 18: Barguil vince sull’Izoard. Aru scivola al 5° posto | Video Thu, 20 Jul 2017 15:38:28 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/487905/tour-de-france-2017-diretta-della-tappa-18-con-arrivo-sullizoard http://www.outdoorblog.it/post/487905/tour-de-france-2017-diretta-della-tappa-18-con-arrivo-sullizoard Lucia Resta Lucia Resta

Seconda vittoria di tappa e trionfo nella classifica degli scalatori: per Warren Barguil è un Tour de France da incorniciare. Il francese del Team Sunweb bissa il successo ottenuto il 14 luglio e porta a quattro in totale (con le due di Michael Matthews) le vittorie della sua squadra. Oggi ha anche messo in cassaforte la Maglia a Pois: nessuno lo può più raggiungere. Ora deve solo arrivare a Parigi.

Nella lotta per la Maglia Gialla, invece, Chris Froome ha retto benissimo, perdendo solo l'abbuono a vantaggio di Romain Bardet nel finale. Il Team Sky punta a portare due uomini sul podio, visto che Mikel Landa ora è quarto, avendo superato Fabio Aru dell'Astana (che è alle prese con la bronchite). Rigoberto Uran della Cannondale-Drapac ha perso 2" proprio nel finale.

Questi i primi dieci al traguardo:
Classifica tappa 18 Tour de France 2017 Izoard

E queste sono le prime posizioni della classifica generale:
Classifica generale Tour de France 2017 dopo 18 tappe

La Maglia Verde è sempre di Michael Matthews del Team Sunweb, quella bianca di Simon Yates dell'Orica-Scott.

Il racconto della vittoria di Barguil


[live_placement]

Presentazione della tappa Briançon-Izoard


Per la prima volta nella storia del Tour de France, una tappa finisce sul Col d’Izoard. Questa salita è stata spesso presente alla Grande Boucle, ma mai come arrivo, un arrivo che oggi, invece, potrebbe scrivere una pagina importantissima nella storia di questa edizione 2017, una delle più combattute di sempre.

La frazione odierna parte da Briançon alle ore 12:45 per raggiunger il km 0 entro una decina di minuti e dare così il via ufficiale alla gara. Ci sono in totale 179,5 km da percorrere. La prima difficoltà altimetrica è un gran premio della montagna di terza categoria, la Côte des Demoiselles Coiffées che si trova al km 60, lungo 3,9 km con una pendenza media del 5,2%. Al km 91,5 c’è lo sprint intermedio di Les Thuiles, poi si sale gradualmente verso il Col de Vars, gpm di prima categoria che porterà i corridori a raggiungere un’altitudine di 2109 m. Si tratta di una salita di 9,3 km con una pendenza media del 7,5% con picchi del 10,2%.

Dopo la discesa, si ritorna a salire, questa volta verso il decisivo Col d’Izoard: è una salita di 14,1 km con una pendenza media del 7,3%. È un gpm hors catégorie e ha picchi del 10%. Praticamente gli ultimi 7 km hanno una pendenza tra l’8,5 e il 10% con un breve tratto al 7,5%.

Gli uomini di classifica non possono nascondersi, devono darsi battaglia e probabilmente resteranno da soli nel finale a lottare per i secondi. È molto probabile che si ritrovino a darsi battaglia anche per il successo di tappa.

Seguiremo la corsa in diretta nella sua fase decisiva dalle ore 15:30. La diretta tv comincia fin dalla partenza sia su Eurosport sia su RaiSport, poi dalle 15 anche su Raidue. Lo streaming si può guardare tramite Eurosport Player e il sito di RaiSport e RaiPlay.

Altimetria e planimetria tappa 18: Briançon-Izoard


PROSEGUI LA LETTURA

Tour de France 2017, tappa 18: Barguil vince sull’Izoard. Aru scivola al 5° posto | Video é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 17:38 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Milan news: Kessie non molla la maglia 19 che vuole Bonucci Thu, 20 Jul 2017 13:11:48 +0000 http://www.calcioblog.it/post/709734/milan-news-kessie-non-molla-la-maglia-19-che-vuole-bonucci http://www.calcioblog.it/post/709734/milan-news-kessie-non-molla-la-maglia-19-che-vuole-bonucci Mirko Nicolino Mirko Nicolino

Le ultime news da casa Milan riferiscono di “acque agitate” tra due nuovi acquisti, Franck Kessie e Leonardo Bonucci. L’ex centrocampista dell’Atalanta, acquistato prima del difensore che ha trascorso 7 anni alla Juventus, ha scelto la maglia numero 19 e non ha alcuna intenzione di cederla al nuovo capitano. Secondo quanto riferisce ‘Sportmediaset’, la questione sarebbe finita addirittura davanti al direttore sportivo Mirabelli, con cui Kessie avrebbe discusso anche animatamente.

Il Milan sta cercando di evitare l’incidente diplomatico, ma si tratta di una questione seria. Lo è per Kessie poiché il 19 è la sua data di nascita, ma anche quella di morte del papà. E lo è anche per Bonucci, legato al numero per questioni “motivazionali” e di cabala, oltre ad essere il giorno della nascita della moglie Martina. Al momento le posizioni non sembrano avere intenzione di venirsi incontro e alla fine la decisione sarà presa dalla società lasciando qualcuno scontento.

milan news kessie bonucci

Il club prenderà la sua decisione anche per ragioni di marketing e quindi non potrà che essere Bonucci il prossimo proprietario del numero 19. La soluzione dovrebbe avvenire tra giovedì e venerdì, alla presenza dei due giocatori, del diesse Mirabelli e del nuovo club manager Christian Abbiati. Montella, invece, pare si sia defilato, poiché non vorrebbe entrare in querelle di questo tipo. Bisognerà vedere quale sarà la reazione di Kessie, che prima della partita contro il Borussia Dortmund si è trovato negli spogliatoi la maglia numero 14 e sarebbe andato su tutte le furie chiedendo e ottenendo la stampa di una maglia con il 19 per scendere in campo.

PROSEGUI LA LETTURA

Milan news: Kessie non molla la maglia 19 che vuole Bonucci é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 15:11 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Rassegna stampa: prime pagine Gazzetta, Corriere e Tuttosport di giovedì 20 luglio 2017 Thu, 20 Jul 2017 08:40:46 +0000 http://www.calcioblog.it/post/709727/rassegna-stampa-prime-pagine-gazzetta-corriere-e-tuttosport-di-giovedi-20-luglio-2017 http://www.calcioblog.it/post/709727/rassegna-stampa-prime-pagine-gazzetta-corriere-e-tuttosport-di-giovedi-20-luglio-2017 Mirko Nicolino Mirko Nicolino

La Gazzetta dello Sport di oggi, giovedì 20 luglio, apre con una notizia di mercato che ha effettivamente del clamoroso: la Juve molla Schick e l’Inter vi si fionda bloccandolo, resta da capire se il centravanti ceco potrà ottenere l’idoneità sportiva o meno. In taglio alto, Insigne che lancia le ambizioni del Napoli ed è pronto a tatuarsi lo scudetto. In taglio basso, le mosse di mercato di Milan e Juventus: i rossoneri si vedono sfilare Morata dal Chelsea e ora puntano Kalinic e Belotti; i bianconeri presentano Szczesny, chiamato a raccogliere l’eredità di Buffon.

Il Corriere dello Sport, invece, apre con “Colpi grossi”: i nomi che accendono il mercato di fine luglio sono Keita, Bernardeschi, Belotti e Schick. In taglio alto, il menu di Sarri in vista della stagione 2017-2018: idee, giovani e più lavoro, il tecnico toscano vuole sopperire così all’impossibilità di effettuare acquisti milionari. In taglio basso, le mosse della Roma: Defrel è arrivato nella capitale, ora i giallorossi puntano l’ex laziale Kolarov. Mercato estero: Morata al Chelsea per 80 milioni di euro.

Turrosport apre con l’incertezza sul futuro del ‘gallo’ Belotti: il centravanti è atteso a Bormio per la seconda amichevole del Torino, ma il Milan è in pressing. In taglio alto: contatti tra la Juventus e Matic, centrocampista del Chelsea non convocato per la tournée cinese. Intanto, c’è la svolta su Schick: i bianconeri lo mollano, l’Inter lo prende. In taglio basso, la Roma che blocca Kolarov e la Spal che prende Grassi. Iniziativa curiosa in Serie C: se ti abboni al Mestre, il prezzo lo decidi tu.

PROSEGUI LA LETTURA

Rassegna stampa: prime pagine Gazzetta, Corriere e Tuttosport di giovedì 20 luglio 2017 é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 10:40 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Test Match 2017: Sud Africa e Argentina, al via la prevendita Thu, 20 Jul 2017 08:36:38 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565967/test-match-2017-sud-africa-e-argentina-al-via-la-prevendita http://rugby1823.blogosfere.it/post/565967/test-match-2017-sud-africa-e-argentina-al-via-la-prevendita DuccioFumero DuccioFumero

Italy's and South Africa's players push in a scrum during the rugby union Test match between Italy and South Africa at the Artmio Franchi Stadium in Florence on November 19, 2016.   / AFP / FILIPPO MONTEFORTE        (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

La Federazione Italiana Rugby ha ufficializzato i prezzi ed i canali d’acquisto dei biglietti per i Crédit Agricole Cariparma Test Match 2017 di sabato 18 novembre allo Stadio “Franchi” di Firenze contro l’Argentina e di sabato 25 novembre allo Stadio “Euganeo” di Padova contro il Sudafrica. I biglietti sono disponibili a partire da oggi, giovedì 20 luglio, online su www.ticketone.it, nei punti vendita TicketOne presenti in tutta Italia e tramite Call Center 892.101

TEST MATCH 2017 - BIGLIETTI
Italia v Argentina – Firenze, sabato 18 novembre (intero/ridotto U16-O65/Azzurro XV)
Poltronissime 60€/48€/51€
Parterre di Maratona Coperto 45€/36€/38€
Parterre di Tribuna Centrale 45€/36€/38€
Tribuna Laterale 40€/32€/34€
Tribuna Esterna 40€/32€/34€
Parterre di Tribuna Laterale 40€/32€/34€
Tribuna Maratona 35€/28€/30€
Parterre di Maratona 35€/28€/30€
Curve 15€/12€/13€

Italia v Sudafrica – Padova, sabato 25 novembre (intero/ridotto U16-O65/Azzurro XV)
Tribuna Ovest 50€/40€/43€
Tribuna Ovest Nord/Sud 40€/32€/34€
Tribuna Est 40€/32€/34€
Tribuna Est/Nord 35€/28€/30€
Tribuna Fattori 35€/28€/30€
Gradinata Est/Ovest 30€/24€/26€
Curva Nord/Sud 17€/13€/14€

Nota: Sede e prezzi dei biglietti per il test Italia v Fiji di sabato 11 novembre verranno ufficializzati quanto prima.

PROSEGUI LA LETTURA

Test Match 2017: Sud Africa e Argentina, al via la prevendita é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 10:36 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Ed Jackson, cioè camminare 100 giorni dopo essersi rotto il collo Thu, 20 Jul 2017 07:00:05 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565959/ed-jackson-cioe-camminare-100-giorni-dopo-essersi-rotto-il-collo http://rugby1823.blogosfere.it/post/565959/ed-jackson-cioe-camminare-100-giorni-dopo-essersi-rotto-il-collo DuccioFumero DuccioFumero

ed-jackson.png

Ad aprile una caduta (tuffo) in piscina. L'ambulanza, il dolore, il ricovero in ospedale, la diagnosi tremenda. Frattura del collo. L'operazione e un corpo che non reagiva. Ed Jackson, giocatore dei Newport Dragons, non sentiva più le gambe e non si muoveva più. La paura di una paralisi che cresce, ma la voglia di lottare che non lo abbandona.

Sono passati 100 giorni da quel tremendo 8 aprile e ieri Ed Jackson sulla sua pagina Facebook ha postato un video. C'è lui, a casa di suo padre, che aiutato da due persone cammina. "Perché non dovrei essere felice... Sono a casa, il collare non c'è più, sono in piedi, sto migliorando e Game of Thrones è iniziato..." ha commentato Ed Jackson.

"E' ovvio che la mia vita sia cambiata (voglio dire, è ovvio che non mi vedrete sotto una ruck molto presto), ma per il peggio... vedremo. Ho ricevuto una palla storta, è la vita, ma non è detto che non possa trovare un modo per giocarla" ha continuato il giocatore dei Dragons. La strada è ancora lunga, la mobilità non è ritrovata al 100%, ma come dice Ed: "sono in piedi". E già questa è una grande vittoria.

PROSEGUI LA LETTURA

Ed Jackson, cioè camminare 100 giorni dopo essersi rotto il collo é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 09:00 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Beach Rugby: ecco gli azzurri per l'Europeo Thu, 20 Jul 2017 06:00:31 +0000 http://rugby1823.blogosfere.it/post/565957/beach-rugby-ecco-gli-azzurri-per-leuropeo http://rugby1823.blogosfere.it/post/565957/beach-rugby-ecco-gli-azzurri-per-leuropeo DuccioFumero DuccioFumero

beach-rugby.jpg

Sono dodici gli atleti selezionati per prendere parte alla 5a edizione dell’Europeo di Beach Rugby, targato Rugby Europe, in programma a Mosca sabato e domenica prossimi. La selezione italiana è stata inserita nel girone “A” assieme a Romania, Ukraina ed Azerbaigian. Sono inserite nel girone “B” Bielorussa, Georgia , Russia e Spagna.

“Siamo contenti di partecipare all’Europeo – a parlare è il Presidente della LIBR, Lega Italiana Beach Rugby, Mattia Gomeiro –. Riteniamo importante, insieme alla FIR, che l’Italia, tra i Paesi maggiormente coinvolti nel beach, porti la propria esperienza alla prima tappa continentale, contribuendo alla sviluppo della specialità a livello mondiale".

ITALBEACH - convocati
Andrea BARBAT (Frascati Rugby Club 2015)
Marco BITETTI (Unione R. Capitolina)
Edoardo BONAVOLONTA’ (Pol Lazio 1927)
Francesco BONAVOLONTA’ (Pol. Lazio 1927)
Alberto DELL’ANTONIO (Valsugana R. Padova)
Jacopo GIANGRANDE (Pol. Lazio 1927)
Valerio LO SASSO (Pol. Lazio 1927)
Paolo PALANDRANI (Rubano Rugby)
Yuma SANTORO (Arvalia Villa Pamphili)
Cristian Nicolae STOIAN (Rugby Anzio Club)
Vincenzo VENTRICELLI (Pol. Lazio 1927)
Lorenzo VIVALDI (Pol. Lazio 1927)

PROSEGUI LA LETTURA

Beach Rugby: ecco gli azzurri per l'Europeo é stato pubblicato su Rugby1823.blogosfere.it alle 08:00 di Thursday 20 July 2017

]]>
0
Tour de France 2017, tappa 17: Roglic trionfa sul Galibier, Aru scivola al quarto posto | Video Wed, 19 Jul 2017 15:30:05 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/487861/tour-de-france-2017-tappa-17-roglic-trionfa-sul-galibier-aru-scivola-al-quarto-posto http://www.outdoorblog.it/post/487861/tour-de-france-2017-tappa-17-roglic-trionfa-sul-galibier-aru-scivola-al-quarto-posto Lucia Resta Lucia Resta

Lo sloveno Primoz Roglic scrive una pagina importante nella storia del ciclismo del suo Paese andando a conquistare la diciassettesima tappa del Tour de France 2017 da La Mure a Serre-Chevalier, che ha previsto le scalate del Col d'Ornon, del Col de la Croix de Fer, del Col du Télégraphe e del Col du Galibier, su cui il corridore della LottoNL-Jumbo ha scollinato per primo assicurandosi il premio Souvenir Desgrange.

Roglic ha tagliato il traguardo con 1' 13" di vantaggio sul gruppetto dei migliori e sono stati Rigoberto Uran della Cannondale-Drapac e Chris Froome, la Maglia Gialla del Team Sky, a ottenere gli abbuoni. Fabio Aru ha tardato 31" rispetto ai rivali della classifica generale e ora è scivolato dalla seconda alla quarta posizione e ha 53" di ritardo dalla Maglia Gialla. Il sardo ha risposto a tre attacchi consecutivi di Bardet sul Galibier, ma il quarto gli è stato fatale.

Oggi è stato anche il giorno di ritiri eccellenti come quello di Thibaut Pinot della FPJ e della Maglia Verde Marcel Kittel della Quick-Step Floors, quest'ultimo coinvolto in una brutta caduta.

La nuova Maglia Verde è Michael Matthews del Team Sunweb, che già durante la tappa, andando in fuga e vincendo il traguardo volante, si era portato a -9 punti da Kittel. Tra i protagonisti di giornata c'è stato anche Alberto Contador, che ha fatto parte del folto gruppo di battistrada che ha animato la prima parte della tappa.

Questi i primi dieci oggi al traguardo:
Classifica tappa 17 del Tour de France 2017

E queste le prime posizioni della classifica generale:
Classifica generale Tour de France 2017 dopo 17 tappe

Il racconto della vittoria di Roglic


[live_placement]

Tappa 17: La Mure a Serre-Chevalier


Al Tour de France 2017 oggi si torna a salire, e che salite. La tappa odierna è una di quelle decisive, se non rivela chi vincerà la Grande Boucle, di sicuro dà indicazione su chi proprio non potrà vincere, perché chi resta indietro è perduto.

Si parte da La Mure e il primo gran premio della montagna si trova al km 30, è il Col d’Ornon di seconda categoria, una salita di 5,1 km con una pendenza media del 6,7%. Ma il bello viene al km 78,5, quando c’è il Col de la Croix de Fer, hors catégorie, ascesa di ben 24 km con una pendenza media del 5,2%.

Dopo la lunga discesa si torna a salire: prima c’è il Col du Télégraphe, di prima categoria, 11,9 km a una pendenza media del 7,1%, poi da qui la discesa è breve perché dopo poco si sale di nuovo sul Col du Galibier, per arrivare fino a un’altitudine di 2642 metri. La salita del Galibier è hors catégorie, lunga 17,7 km con una pendenza media del 6,9%. I tratti più duri da affrontare oggi sono dell’11% sul Col de la Croix de Fer e fino al 10% sul Galibier.

Oggi c’è anche uno sprint intermedio, al km 47,5, ad Allemont, dopo la discesa dal Col d’Ornon. È probabile che ci sia una fuga in cui si possano infilare anche gli uomini che lottano per la Maglia Verde e che arrivino giusto fino al traguardo volante.

La tappa si può vedere in diretta tv su Eurosport fin dall’inizio della tappa, poi anche su RaiSport dalle 14 e su Raitre dalle ore 15. In streaming si può seguire tramite Eurosport Player, il sito web di RaiSport e RaiPlay.

La tappa di oggi è, ovviamente, per gli scalatori puri. Potrebbe crearsi la classifica situazione in cui uomini lontani dalle prime posizioni della classifica vadano in fuga e lottino per la vittoria di tappa e gli uomini di classifica lottino tra loro per i secondi di distacco.

Potrebbe essere la giornata del riscatto per corridori di primo livello che sono attardati in classifica, come Nairo Quintana della Movistar, Alberto Contador della Trek-Segafredo, Thibaut Pinot della FDJ. Ma potrebbe anche verificarsi la situazione in cui gli stessi uomini di classifica lottino per la vittoria di giornata.

Altimetria e planimetria tappa 17: La Mure a Serre-Chevalier


PROSEGUI LA LETTURA

Tour de France 2017, tappa 17: Roglic trionfa sul Galibier, Aru scivola al quarto posto | Video é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 17:30 di Wednesday 19 July 2017

]]>
0