it_IT Politica Blogosfere.it - Ultime notizie della sezione Politica Fri, 20 Apr 2018 04:28:00 +0000 Fri, 20 Apr 2018 04:28:00 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogosfere.it/politica 2004-2014 Blogo.it Swaziland, il Re cambia nome alla nazione: "Da oggi sarà il Regno di eSwatini" Thu, 19 Apr 2018 19:37:39 +0000 http://www.polisblog.it/post/390535/swaziland-cambia-nome http://www.polisblog.it/post/390535/swaziland-cambia-nome redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Re Mswati III di eSwatini

Il Regno di Swaziland, noto più semplicemente come Swaziland, da oggi non si chiamerà più così. Ad annunciare oggi l'inusuale cambio di nome per la piccola nazionale dell'Africa del Sud - 17 mila chilometri quadrati di superficie e poco più di un milione di abitanti - è stato il Re Mswati III, alla guida del Paese dal 1986.

Oggi, in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni dall'indipendenza del Paese e nel giorno del 50esimo compleanno del monarca nato il 19 aprile 1968, il Re Mswati III ha annunciato che da oggi ci si dovrà riferire alla nazione come al Regno di eSwatini, o più semplicemente eSwatini, che in lingua swazi significa "la terra degli Swazi".

Il motivo di questo cambiamento - che non è affatto una sorpresa, ormai da anni Re Mswati III si riferiva al proprio Paese chiamandolo eSwatini nei discorsi ufficiali - è presto detto:

Voglio annunciare che lo Swaziland tornerà al proprio nome originale. I Paesi africani che hanno ottenuto l'indipendenza sono tornati all'antico nome prima della colonizzazione. Per questo motivo, da oggi in poi, il Paese sarà ufficialmente conosciuto come il Regno di eSwatini.

Un simbolico ritorno alle origini, quindi, che segue di qualche anno l'esempio dello Zimbabwe, che ha abbandonato il nome Rhodesia dopo l'indipendenza, o il Malawi che si è lasciato alle spalle il nome Nyasaland nel 1964 e il Botswana, che ha smesso di chiamarsi Bechuanaland dopo aver ottenuto l'indipendenza dal Regno Unito nello stesso anno.

Non è chiaro, al momento, se questo cambio di nome per il Regno di eSwatini coinciderà anche con la riscrittura della Costituzione e con cambiamenti per la Forza di Polizia dello Swaziland e tutti gli altri organi che, ad oggi, riportano la vecchia denominazione del Paese nel nome, ma sembra molto probabile che sarà così, anche se non si conoscono le tempistiche.

eswatini.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

Swaziland, il Re cambia nome alla nazione: "Da oggi sarà il Regno di eSwatini" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 21:37 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Consultazioni Casellati: lo stallo M5S-Lega continua Thu, 19 Apr 2018 18:40:19 +0000 http://www.polisblog.it/post/390426/consultazioni-casellati-diretta http://www.polisblog.it/post/390426/consultazioni-casellati-diretta redazione Blogo.it redazione Blogo.it

M5S con Maria Elisabetta Alberti Casellati

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA

20.40 - La replica di Matteo Salvini non si è fatta attendere e dopo la conferma di Di Maio sul non voler mettere in piedi un governo con tutto il centrodestra, il leader di Lega ha tuonato: "Il governo si fa con tutto il centrodestra. Non è che uno sceglie di andare solo con la Lega". La fase di stallo, in definitiva, continua senza possibilità di aperture.

19.45 - L'ennesimo tentativo è stato fatto. Dopo il nulla di fatto con Mattarella, nulla di fatto anche con la Presidente del Senato. Domattina, come da programma, Elisabetta Casellati si recherà al Quirinale per riferire al Presidente della Repubblica cosa è emerso da queste due giornate di consultazioni e sarà Mattarella a stabilire il prossimo passo.

19.25 - L'incontro con la delegazione del Movimento 5 Stelle a Palazzo Giustiniani si è concluso. A prendere la parola è stato Luigi Di Maio, che ha confermato lo stallo in corso, rendendo di fatto inutili queste due giornate di consultazioni con la presidente del Senato. Di Maio ha confermato ancora una volta la disponibilità a discutere con Matteo Salvini e formare con lui un governo (CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAROLE DEL LEADER DI M5S), ma al tavolo delle trattative dovranno sedere soltanto Di Maio e Salvini, escludendo così Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.

19.07 - A quasi un'ora dall'inizio dell'incontro, da Palazzo Giustiniani tutto tace. Ecco intanto il video dell'arrivo della delegazione del Movimento 5 Stelle:

Ore 18.25 - Iniziati solo 5 minuti fa i colloqui tra il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, e la delegazione del Movimento 5 Stelle. 50 minuti di ritardo rispetto al programma. Sarebbe stata proprio Casellati, stando a quanto si è appreso, a chiedere lo slittamento dell'incontro.

Ore 17:00 - In attesa dell’arrivo della delegazione del M5S, Giorgia Meloni (Fdi) sembra essere più ottimista rispetto ai giorni scorsi. “Speriamo che oggi si riesca a fare qualche passo avanti. Nei giorni scorsi ci sono stati molti veti contrapposti, atteggiamenti anche un po’ infantili”, ha dichiarato in diretta Facebook.

Ore 15:30 - Terminato l'incontro tra il centrodestra e la Presidente Casellati. A prendere la parola davanti ai cronisti è stato Matteo Salvini (CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAROLE DEL LEADER DELLA LEGA), accompagnato da Giorgia Meloni e da un silenzioso e composto Silvio Berlusconi. Nella sostanza non è successo nulla di nuovo. Salvini ha nuovamente auspicato che si riesca a formare un governo "dei vincitori", sostenuto quindi dal centrodestra nel suo insieme e dal Movimento 5 Stelle. Il leader della Lega si è augurato che possano cadere i veti dei 5 Stelle dopo l'incontro di oggi in programma alle ore 17:30.

Ore 15:00 - La Presidente Casellati sta parlando con i rappresentanti della coalizione di Centrodestra. Presenti Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.


Ore 10:55 - Sono confermati gli orari che vi abbiamo comunicato poco fa. La Presidente Casellati incontrerà la coalizione di Centrodestra con Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, alle 14:30, poi il MoVimento 5 Stelle alle 17:30.

Consultazioni Casellati 19 aprile 2018

Ore 10:33 - Non c'è ancora l'ufficialità, ma gli incontri di oggi della Presidente Casellati dovrebbero essere fissati alle 14:30 con il Centrodestra unito e alle 17:30 con il MoVimento 5 Stelle.

Giovedì 19 aprile 2018, ore 9:00 - Siamo in attesa di scoprire il calendario degli incontri di oggi a Palazzo Giustiniani tra la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e le forze politiche del MoVimento 5 Stelle e del Centrodestra. Vi terremo aggiornati su questa pagina su tutto quello che succederà in questa seconda giornata di consultazioni.

Gli incontri di mercoledì 18 aprile


Ore 20:30 - Terminato l'incontro anche con la delegazione di Fratelli d'Italia. A prendere la parola è stata la Meloni, che ha ribadito gli stessi problemi ben noti a tutti. La leader di Fdl ha ribadito di voler dialogare con altri - nel particolare il Movimento 5 Stelle - ma di non voler tradire il mandato degli elettori, che hanno votato per un centrodestra unito. Domani la Presidente Casellati vorrebbe fare un secondo giro di consultazioni, cosa ancora non sicura perché i leader dei partiti dovrebbero essere in Molise per la campagna elettorale.

Ore 19:47 - Adesso è arrivato il turno della delegazione di Fratelli d'Italia.


Ore 19:40 - Silvio Berlusconi ha spiegato che da parte di Forza Italia non esisterebbero veti su un'alleanza con i 5 Stelle, ma al tempo stesso ha preso atto della posizione di chiusura di Di Maio che rende impossibile un dialogo. Berlusconi ha anche riferito di avere delle "altre idee" per risolvere la "questione del Governo", ma non ha voluto approfondire davanti ai giornalisti. Evidentemente, Berlusconi è pronto a confrontarsi con il Partito Democratico con il quale, invece, Salvini non vuole neanche parlare. Insomma: lo stallo è totale.

Ore 19:35 - La delegazione di Forza Italia sta parlando davanti ai cronisti.

Ore 19:09 - In corso l'incontro tra la Casellati e Forza Italia.


Ore 19:05 - Terminato l'incontro tra la Casellati e i capigruppo della Lega. È stato Giorgetti a parlare per il suo partito, ribadendo che tutto il centrodestra compatto vorrebbe arrivare ad un accordo con il Movimento 5 Stelle. Il nodo resta dunque sempre lo stesso: i 5 Stelle non vogliono andare al Governo con Berlusconi e la Lega non è disposta ad abbandonare lo storico alleato per formare un governo con i 5 Stelle. Si può tranquillamente dire che queste consultazioni della Presidente del Senato non stanno portando particolari benefici.

Ore 18:55 - La porta della Casellati resta chiusa. Centinaio e Giorgetti sono ancora dentro. Intanto Matteo Salvini sta parlando da Catania ed ha appena interrotto la sua conferenza stampa per telefonare ai suoi capigruppo.

Ore 18:35 - Centinaio e Giorgetti sono ancora a colloquio con la Casellati.

Ore 18:16 - In attesa del turno di Forza Italia, Silvio Berlusconi si sta confrontando con Gianni Letta a Palazzo Grazioli. Per il momento i capigruppo Centinaio e Giorgetti stanno ancora parlando con la Presidente Casellati.

Ore 18:03 - Mentre è ancora in corso il colloquio tra Casellati, Centinaio e Giorgetti, arriva la notizia che per le 19:30 è stata programmata un'assemblea dei deputati e dei senatori del MoVimento 5 Stelle.

Ore 17:30 - Ora tocca proprio alla Lega, attesa dalla Presidente Casellati. Si presenteranno i capigruppo Giancarlo Giorgetti e Gian Marco Centinaio, mentre il leader Matteo Salvini è a Catania.

Casellati con Leghisti

Ore 17:28 - È appena uscita la delegazione del MoVimento 5 Stelle, ecco la dichiarazione di Luigi Di Maio:

"Abbiamo ringraziato la Presidente Casellati per il lavoro che sta facendo, il Presidente le ha dato tempi molto stretti e un incarico ben preciso e di questo siamo contenti. Come ho detto più volte, il centrodestra per noi è un artifizio elettorale, si presenta diviso a queste consultazioni e il leader neanche si presenta. Abbiamo ribadito che il M5S è pronto a sottoscrivere un contratto di governo con la Lega e non con tutto il centrodestra, che si è messo insieme per le elezioni. Io sono stato accusato da Salvini di mettere dei veti, ma non capisco perché io non possa metterlo e lui lo possa fare con il Pd. Noi e la Lega siamo gli unici partiti che non si pongono veti a vicenda. Poteva già partire un governo del cambiamento. Penso che queste consultazioni vi mostreranno che l'idea di un governo del Centrodestra è fallito e saranno l'occasione per prendere coscienza del fatto che le uniche forze in grado di dialogare e firmare un contratto di governo sono il M5S e la Lega. Dico con chiarezza a Matteo Salvini che di tempo non ce ne è più: deve prendere una decisione entro questa settimana, anche perché il Paese non può aspettare. Qui il punto non è o comandiamo noi o niente, ma deve comprendere l'importanza di questo contratto di governo sul modello tedesco che stiamo proponendo, che può dare alla Lega e a Salvini di realizzare il programma elettorale e dare al Paese quello che ha sempre promesso"

Ore 16:30 - Luigi Di Maio e i capigruppo del M5S Danilo Toninelli e Giulia Grillo sono arrivati a Palazzo Giustiniani per il colloquio con la Presidente Casellati. Appena sarà concluso rilasceranno una dichiarazione ai giornalisti.

Ore 15:57 - Il leader della Lega Matteo Salvini ha fatto sapere che non andrà alle consultazioni con la Presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati. Non è ancora chiaro il motivo per cui il numero 1 del Carroccio non si presenterà, vi terremo aggiornati, ma già questa sua decisione viene definita una "scorrettezza istituzionale". La Presidente parlerà con i capigruppo Centinaio e Giorgetti.

La giornata della Presidente Casellati


Consultazioni Casellati diretta

Mercoledì 18 aprile 2018 - La Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha circa 48 ore di tempo per adempiere al compito che le ha assegnato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In virtù del mandato esplorativo che le è stato conferito proverà a capire se c'è la possibilità di raggiungere una maggioranza di governo tra MoVimento 5 Stelle e Centrodestra.

Casellati si è messa immediatamente a lavoro e dopo l'incontro con Mattarella è andata a Montecitorio a incontrare la terza carica dello Stato, il Presidente della Camera Roberto Fico. Ogni sua mossa è stata documentata sull'account Twitter del Senato e qui sotto potete vedere l'incontro tra Casellati e Fico, che si sono salutati calorosamente con un doppio bacio sulle guance.

E dopo l'incontro con Fico, Casellati si è spostata di qualche decina di metri ed è andata a Palazzo Chigi per incontrare il Presidente del Consiglio uscente Paolo Gentiloni, in questo caso il saluto è avvenuto solo con stretta di mano.

Casellati condurrà ora le sue consultazioni a Palazzo Giustiniani, che si trova vicino a Palazzo Madama. Comincerà proprio dal MoVimento 5 Stelle, che sarà la prima forza politica a presentarsi alle ore 16:30 di oggi, mercoledì 18 aprile 2018. A seguire, arriveranno le forze del centrodestra, che si presenteranno separatamente.

Ecco il calendario degli incontri di Maria Elisabetta Casellati:
Mercoledì 18 aprile 2018:
Ore 16:30, MoVimento 5 Stelle
Ore 17:30, Lega
Ore 18:30, Forza Italia
Ore 19:30, Fratelli d'Italia

Consultazioni Presidente Casellati

Foto © Senato

PROSEGUI LA LETTURA

Consultazioni Casellati: lo stallo M5S-Lega continua é stato pubblicato su Polisblog.it alle 20:40 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Monza, uccide la moglie in strada e si costituisce Thu, 19 Apr 2018 18:31:46 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592940/monza-uccide-la-moglie-in-strada-e-si-costituisce http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592940/monza-uccide-la-moglie-in-strada-e-si-costituisce Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Ancora un femminicidio in Italia, l'ennesimo caso di un uomo violento incapace di accettare la fine della sua relazione. Stavolta siamo a Bovisio Masciago, alle porte di Monza, dove intorno alle 13 di oggi un uomo di 57 anni, Giorgio Truzzi, ha esploso diversi colpi di pistola contro sua moglie, Valeria Bufo, 56 anni, uccidendola.

La sparatoria è avvenuta in strada, al centro del paese, mentre la donna si stava recando in automobile a prendere la figlia minore. Truzzi, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, stava seguendo la moglie con la propria auto e quando la donna si è fermata di fronte al semaforo rosso, il 57enne è sceso e esploso almeno tre colpi di pistola contro la consorte da cui si stava separando, utilizzando un'arma acquistata illegalmente.

Non è chiaro, al momento, se la donna sia scesa volontariamente dal proprio mezzo dopo aver visto il marito arrivare o se sia stato lui a trascinarla fuori dall'auto. Quello che è certo è che i colpi di sono rivelati fatali: Valeria Bufo è stata soccorsa dai sanitari del 118 ed è deceduta durante il trasporto verso l'ospedale San Gerardo di Monza.

L'uomo è risalito in auto subito dopo l'omicidio e si è recato presso la caserma dei carabinieri di Seveso, dove si è costituito.

La coppia viveva in un complesso residenziale all’Altopiano di Seveso insieme ai tre figli.

bovisio-masciago.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

Monza, uccide la moglie in strada e si costituisce é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 20:31 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Creato nuovo enzima che mangia la plastica Thu, 19 Apr 2018 17:58:47 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/574882/creato-nuovo-enzima-che-mangia-la-plastica http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/574882/creato-nuovo-enzima-che-mangia-la-plastica Maria Vasta Maria Vasta

Plastica

Quello della plastica e dei rifiuti è un problema che preoccupa gli esperti di tutto il mondo, ma un nuovo enzima artificiale realizzato in laboratorio potrebbe aiutare a combattere tale problematica. L'enzima in questione sarebbe infatti in grado di “mangiare” più plastica rispetto agli enzimi presenti in natura, e potrà quindi essere impiegato per combattere il problema dell’inquinamento causato dal consumo eccessivo di plastica. L’enzima è stato casualmente realizzato dalla Portsmouth University e dal National Renewable Energy Laboratory del dipartimento dell’Energia Usa.

Gli esperti stavano analizzando la struttura molecolare di un enzima esistente in natura, capace di digerire il polietilene tereftalato, ovvero la Pet utilizzata per realizzare le bottiglie di plastica, ma durante lo studio l’hanno inavvertitamente modificato, ed hanno così dato vita a una nuova versione della proteina, l'«Ideonella sakaiensis 201-F6», che si sarebbe rivelata ancor più efficiente nel «mangiare» la plastica Pet.

La fortuna gioca spesso un ruolo importante nella ricerca scientifica di base e la nostra scoperta non fa eccezione.

Spiegano gli autori della scoperta
Sebbene l’avanzamento sia modesto, questa inaspettata scoperta suggerisce che c’è ancora spazio per un ulteriore miglioramento di questi enzimi, per portarci ancora più vicini a una soluzione di riciclaggio per la montagna in continua crescita di plastica scartata.

via | La Stampa

Foto da iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Creato nuovo enzima che mangia la plastica é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 19:58 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Consultazioni, Di Maio: "No al governo con Salvini e Berlusconi" Thu, 19 Apr 2018 17:32:53 +0000 http://www.polisblog.it/post/390507/consultazioni-m5s-dichiarazioni http://www.polisblog.it/post/390507/consultazioni-m5s-dichiarazioni redazione Blogo.it redazione Blogo.it

M5S con Maria Elisabetta Alberti Casellati

Il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio ha parlato al termine delle consultazioni con la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, titolare dell'incarico esplorativo affidatole martedì dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il leader della Lega Matteo Salvini aveva anticipato aperture da parte di M5S, facendo immaginare una fine dello stallo in corso ormai da settimane, ma questo colpo di scena non c'è stato. Di Maio ha rispedito ancora una volta al mittente la possibilità di sedersi al tavolo con Matteo Salvini insieme a Silvio Berlusconi o Giorgia Meloni.

Ecco la sua dichiarazione integrale al termine dell'incontro:

Abbiamo terminato da pochissimo l'incontro con la Pres. Casellati. Prima di tutto voglio fare un riepilogo di questo percorso fatto fino ad ora con Matteo Salvini. Abbiamo fatto partire e rese operative le Camere in tempi abbastanza celeri, abbiamo avuto una sintonia su molti temi. È chiaro che c'è una disponibilità a discutere di programmi. Stamattina ci siamo sentiti e ci siamo detti che siamo disponibili a parlare di programmi e di questioni che riguardano l'Italia, però è anche vero che noi oltre determinate barricate e limiti non possiamo andare. Ho detto chiaramente che c'era la disponibilità a formare un governo con Matteo Salvini e ho detto anche a Matteo Salvini che sarebbe stati disposti ad accettare la possibilità che quel governo, firmato per lui, fosse sostenuto anche da Forza Italia, ma era chiaro che le discussioni dovevano essere solo con lui. Se mi si chiede di sedermi a un tavolo insieme a Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, capite che è molto complicato per noi digerire questo scenario.

E, ancora:

Da parte di M5S c'è sempre stata disponibilità a dialogare sui temi. Resta aperta l'ipotesi di un contratto di governo sullo stampo tedesco a due forze politiche, stiamo provando in tutti i modi a far capire che vogliamo dare un governo a questo Paese, ma questo contratto di governo dovrà essere firmato soltanto da me e Matteo Salvini, da due persone che rappresentano due forze politiche. Non è pensabile, lo dico ai nostri lettori e ai nostri attivisti, che tre forze politiche contrattino i ministri, i segretari etc. Lo dico con tutta la volontà di collaborare alla formazione di un nuovo governo, ce la metteremo tutta, nulla per me si chiude e nulla per me è perduto, ma non possiamo andare oltre determinati limiti. Saremmo degli ipocriti a rinnegare il passato.
Voglio ringraziare la Presidente Casellati per il lavoro che ha fatto e sta facendo, è stato molto prezioso confrontarci con lei sui probabili scenari e con quelli poco probabili. Andremo avanti, ma senza colpi di scena che possono immaginare Di Maio al tavolo con dentro altri ministri che vengono da tre forze politiche diverse. Non siamo mai stati disponibili a questo e non lo saremo mai.

PROSEGUI LA LETTURA

Consultazioni, Di Maio: "No al governo con Salvini e Berlusconi" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:32 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Cuba, Miguel Díaz-Canel è il nuovo Presidente Thu, 19 Apr 2018 17:07:02 +0000 http://www.polisblog.it/post/390515/cuba-miguel-diaz-canel-e-il-nuovo-presidente http://www.polisblog.it/post/390515/cuba-miguel-diaz-canel-e-il-nuovo-presidente redazione Blogo.it redazione Blogo.it

HAVANA, CUBA - MARCH 21:  Cuban Vice President Miguel Mario Diaz-Canel arrives for talks with U.S. President Barack Obama at the Palace of the Revolution March 21, 2016 in Havana, Cuba. The first sitting U.S. president to visit Cuba in 88 years, Obama and Castro will sit down for bilateral talks and will deliver joint statements to the news media.  (Photo by Chip Somodevilla/Getty Images)

Miguel Díaz-Canel è il nuovo Presidente di Cuba e a partire da oggi sarà alla guida del Paese al posto di Raúl Castro, succeduto al fratello Fidel Castro e ufficialmente in carica per gli ultimi 10 anni.

Díaz-Canel era stato scelto ieri come unico candidato per il ruolo di Presidente di Cuba e oggi è arrivata la conferma da parte dell'Assemblea Nazionale. Subito dopo la conferma è stata la volta del giuramento e da oggi, a tutti gli effetti, Miguel Díaz-Canel è il 19esimo Presidente di Cuba.

Il politico aveva lavorato a fianco di Castro a partire dal 2013, quando fu eletto Vice Presidente di Cuba e il suo arrivo alla carica più alta del Paese era chiara fin dall'inizio.

Proprio per questa sia vicinanza a Raúl Castro, che resterà a capo del Partito Comunista e continuerà a controllare le forze armate, Díaz-Canel non dovrebbe portare cambiamenti radicali nel Paese.

PROSEGUI LA LETTURA

Cuba, Miguel Díaz-Canel è il nuovo Presidente é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:07 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
[Video] Velletri, “Prof ti sciolgo nell’acido”: minacce ad una insegnante Thu, 19 Apr 2018 15:45:48 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592925/video-velletri-prof-ti-sciolgo-nellacido-minacce-ad-una-prof http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592925/video-velletri-prof-ti-sciolgo-nellacido-minacce-ad-una-prof Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

"Ma voi volete andare proprio in Ospedale, insomma" ... "Ti faccio sciogliere in mezzo all’acido" ... "Non mi provocare, che la macchina dopo non te la ritrovi" ... "Professoressa, ma ti devo portare la mia famiglia? Ti faccio c**à sotto, vuoi vedere?". È purtroppo questo il clima nel quale sono costretti a lavorare molti insegnanti in Italia, che sembrano aver perso qualsiasi tipo di autorità nei confronti dei loro giovani e giovanissimi studenti, che si rivolgono a loro come non dovrebbero fare neanche con un proprio pari.

Dopo il caso del professore bullizzato in un Istituto Tecnico Commerciale di Lucca, sta circolando anche un altro video nel quale si vede un giovanissimo studente di Velletri (Roma), sicuramente minorenne, che litiga con una sua insegnante utilizzando un linguaggio da strada, violento e minaccioso, veramente intollerabile. Il tutto accompagnato dalla minaccia più grave di tutte: quella di avvertire la sua famiglia che avrebbe fatto "ca**re sotto" dalla paura la sua insegnante.

PROSEGUI LA LETTURA

[Video] Velletri, “Prof ti sciolgo nell’acido”: minacce ad una insegnante é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:45 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Bimba di 3 anni spara alla mamma incinta: pistola lasciata sul sedile dal papà Thu, 19 Apr 2018 15:37:25 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592932/bimba-3-anni-spara-mamma-incinta-pistola-lasciata-sedile-papa http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592932/bimba-3-anni-spara-mamma-incinta-pistola-lasciata-sedile-papa Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

bimba 3 anni spara mamma

Il papà lascia la pistola sul sedile dell’auto, la figlia di tre anni spara e ferisce la mamma incinta. È successo in Indiana, a Merrillville, e secondo quanto riferisce la NBC la donna sarebbe stata ferita gravemente. Ricoverata d’urgenza, si trova in condizioni critiche ma stabili, ma non si sa ancora se vi siano state o meno conseguenze per il feto. Secondo la prima ricostruzione dei fatti realizzata dalla polizia grazie anche ai testimoni oculari giunti in soccorso della donna, Shanique Thomas, 21 anni, era seduta in auto con i due figli, rispettivamente di 3 e 1 anno, all’interno del parcheggio del Plato's Closet. Il compagno, il coetaneo Menzo Brazier stava facendo compere in un negozio di abiti usati, ma prima di scendere dalla vettura ha lasciato incustodita la propria pistola, una 9mm, adagiandola sul sedile.

La figlia di tre anni ha preso per curiosità in mano la pistola facendo partire un colpo che ha raggiunto la madre attraverso il sedile anteriore lato passeggero, trapassandola dalla spalla destra. Udendo le urla della donna, i dipendenti del negozio sono corsi fuori e una volta preso atto del ferimento della ragazza, hanno chiamato i soccorsi. Lei è stata subito trasportata presso il Loyola Hospital per le cure del caso, mentre il compagno è stato fermato dalla polizia e preso in custodia per aver messo in pericolo dei minori. Attualmente, Menzo Brazier si trova presso la prigione della Contea di Lake, mentre i due figli sono stati affidati temporaneamente ai servizi sociali dell’Indiana.

Ecco il racconto di un testimone oculare, Hadassah Zirkle, alla NBC:

"C'era del sangue che le usciva dallo stomaco. Usciva come fosse acqua e ho urlato a qualcuno di chiamare i soccorsi. L'uomo era dentro lo store ed è uscito fuori perché qualcuno gli ha detto che c'era una ragazza che sanguinava, le urlava 'Hai provato a ucciderti? Sei stata tu?'".

Un’altra testimone ha poi aggiunto:

"Il primo pensiero è stato portare via i bambini da lì. Li abbiamo presi e portati nel negozio nel tentativo di tranquillizzarli più che potevamo. La bimba era sporca di sangue, mi guardava, mi accarezzava il collo e si aggrappava a me, le ho detto che era tutto ok".

Dopo tutti i rilievi del caso, il sergente detective James Bogner, ha concluso:

"Non aveva idea di quello che ha fatto (la bambina, ndr), era molto spaventata".

PROSEGUI LA LETTURA

Bimba di 3 anni spara alla mamma incinta: pistola lasciata sul sedile dal papà é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:37 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Smart Home: che ci fa Samsung a EuroCucina 2018? Thu, 19 Apr 2018 14:30:06 +0000 http://www.ecoblog.it/post/174569/smart-home-samsung-eurocucina-2018 http://www.ecoblog.it/post/174569/smart-home-samsung-eurocucina-2018 Peppe Croce Peppe Croce



La presenza di Samsung a EuroCucina, Salone Internazionale dell'arredo cucina di Milano, è un segno dei tempi: i giganti internazionali dell'elettronica e degli elettrodomestici cercano occasioni prestigiose per presentare le proprie soluzioni, che non sono più singoli prodotti ma vere e proprie piattaforme.

Nel caso di Samsung la piattaforma sta dietro, dentro e attorno Smart Things, la app di gestione dei sistemi e dispositivi di domotica e smart home della casa coreana che permette agli utenti di comandare da remoto gli elettrodomestici e di ricevere da essi informazioni. Una piattaforma aperta, compatibile anche con elettrodomestici di altri produttori.

Come può tutto questo abbassare l'impatto ambientale della nostra quotidianità moderna? Guardando al futuro e adottando soluzioni smart per fare quello che abbiamo sempre fatto in casa: vivere, cucinare, pulire, divertirci.

Con un esempio pratico: il gigante coreano ha portato a EuroCucina il suo nuovo forno intelligente Dual Cook Flex. A guardarlo sembra un normale forno elettrico, con un occhio al design come il mercato pretende oggi. In realtà integra soluzioni interessanti che ci permettono di ottenere più comodità con minori consumi energetici.

La cavità del forno è divisa in due scomparti da un separatore rimovibile. I due "mezzi forni" sono utilizzabili separatamente o insieme, per cucinare contemporaneamente due diverse ricette che necessitano di temperature e tempi di cottura diversi. Lo sportello del forno è diviso in due segmenti, per aprirne uno scompartimento senza far uscire il calore dall'altro.

Tutto questo si traduce in comodità e risparmio energetico. Contemporaneamente usiamo il calore prodotto dal forno per cuocere due ricette in due cavità separate. Con un forno tradizionale si può fare, ma il dolce prende l'odore del pesce e se apriamo il forno per non far bruciare il pesce rischiamo di far smontare il dolce proprio mentre lievita.

Un risparmio economico nella bolletta dell'energia, meno CO2 emessa per preparare la cena, ma anche più tempo libero. Anche perché grazie all'app Smart Things è possibile comandare il forno da remoto. Tradotto: faccio partire il forno quando sono ancora al lavoro e trovo la cena già pronta, perché il forno si spegne automaticamente in base alla programmazione della ricetta. Non sbaglio la cottura, non spreco elettricità.

Altra soluzione smart portata da Samsung ad EuroCucina è quella dei piani cottura a induzione con Virtual Flame Technology. I piani cottura a induzione permettono un buon risparmio energetico, ma essendo ancora poco diffusi molti non li sanno usare a dovere e li impostano a potenze troppo elevate. La Virtual Flame Technology di Samsung simula la luce e l'intensità della fiamma, per regolarsi meglio ed evitare inutili sprechi di energia.

Questi ed altri dispositivi smart di Samsung, e non solo del produttore sud coreano, sono presenti a EuroCucina 2018. Segno dei tempi che cambiano: funzionalità, prestazioni, design e intelligenza sono ormai tutte componenti fondamentali della casa intelligente. Se manca una di queste componenti, al momento, non c'è smart home.

PROSEGUI LA LETTURA

Smart Home: che ci fa Samsung a EuroCucina 2018? é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 16:30 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Consultazioni, Salvini: "Segnali di novità dal M5S" Thu, 19 Apr 2018 14:25:03 +0000 http://www.polisblog.it/post/390497/consultazioni-salvini-novita-m5s http://www.polisblog.it/post/390497/consultazioni-salvini-novita-m5s redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Salvini consultazioni casellati

Matteo Salvini, leader della Lega, ha parlato al termine delle consultazioni del centrodestra con Elisabetta Casellati, titolare di un incarico esplorativo da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A differenza dell’alleato Silvio Berlusconi, che ha preferito non rilasciare dichiarazioni, Salvini è stato assai prodigo con i giornalisti presenti: “Confidiamo che il secondo partito superi i veti e accetti finalmente di sedersi al tavolo parlando di programmi e non dai posti”, ha detto il leader della Lega rivolgendosi chiaramente a Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle. “Nutriamo la fondata speranza che si riesca finalmente a superare la politica del no che in molti hanno portato avanti fino a oggi”, ha aggiunto, lasciando intendere che la posizione dei “grillini” potrebbe ammorbidirsi nelle prossime ore.

Dopo aver ribadito un no al governo con il PD (“Per noi è improponibile un governo con chi ha perso”), il leader della Lega sostiene che quello di oggi è una sorta di ultimatum, un’ultima chiamata alla responsabilità per i pentastellati. Gli italiani, insiste Salvini, vogliono la formazione di un nuovo governo al più presto e la dilatazione dei tempi li potrebbe indispettire oltremodo viste le questioni di natura nazionale e internazionale che richiedono proprio in questi giorni una forte presa di posizione.

“È l’ultimo appello alla responsabilità si parli di temi e non di posti e spero che questo venga consegnato alla presidente Casellati. Viviamo nell’Italia reale che sta perdendo la pazienza per consultazioni e contro-consultazioni, veti e contro-veti. Sì, ci sono dei segnali di novità dal M5S, confidiamo oggi in quel che dirà Di Maio”.

Meloni: "Oggi meno perdita di tempo di altre volte"

Ottimismo anche sul volto di Giorgia Meloni, che ha dribblato le domande dei giornalisti, lasciando però intendere che ci siano importanti segnali di distensione: “Perdita di tempo? Oggi mi pare meno rispetto ad altre occasioni”, ha dichiarato la numero uno di Fratelli d'Italia.

PROSEGUI LA LETTURA

Consultazioni, Salvini: "Segnali di novità dal M5S" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:25 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Gavirate: maltrattamenti in asilo nido, ciabatta contro un bimbo [VIDEO] Thu, 19 Apr 2018 13:30:37 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592919/gavirate-maltrattamenti-asilo-nido-ciabatta-contro-bimbo-video http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592919/gavirate-maltrattamenti-asilo-nido-ciabatta-contro-bimbo-video Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

maltrattamenti gavirate asilo nido

Varese - Un asilo nido privato di Gavirate è stato chiuso dai carabinieri dopo aver documentato 46 casi di maltrattamenti su bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. Dai video realizzati dalle forze dell’ordine tramite microcamere nascoste sono emersi evidenti episodi di violenza: ciabatte lanciate addosso, spintoni, violenze psicologiche di diverso genere. In seguito ai maltrattamenti documentati dai carabinieri di Varese, dell'ispettorato del lavoro e dei Nas di Milano, è stata disposta la chiusura della struttura, mentre la titolare, un’educatrice di 32 anni, è finita agli arresti domiciliari.

Il blitz delle forze dell’ordine è scattato ieri, mercoledì 18 aprile, ed oltre all’educatrice titolare della struttura è stata denunciata e sottoposta ad obbligo di firma un’altra persona che lavorava al suo interno, ossia una cuoca di 39 anni che svolgeva anche funzioni di insegnante. Ora, secondo quanto riferiscono diverse agenzie di stampa, i carabinieri starebbero valutando le posizioni di altri dipendenti e collaboratori dell’asilo nido.

Le indagini sono partite all’inizio del 2018 in seguito alle segnalazioni di alcuni genitori dei bambini ospitati dall’asilo nido. Dopo aver notato comportamenti strani nei propri figli, gli stessi genitori si sono recati presso la caserma dei carabinieri per sporgere denuncia. Da qui la decisione di installare telecamere nascoste all’interno dell’asilo, tramite le quali sono stati ripresi anche episodi di minacce e percosse. In tutto, sarebbero 14 su 20 bambini i scritti i minori che avrebbero subito episodi di violenza.

PROSEGUI LA LETTURA

Gavirate: maltrattamenti in asilo nido, ciabatta contro un bimbo [VIDEO] é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:30 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Cause di morte in Italia: al sud si muore di più per cancro e malattie croniche Thu, 19 Apr 2018 13:26:18 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/574877/cause-di-morte-in-italia http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/574877/cause-di-morte-in-italia Patrizia Chimera Patrizia Chimera

ospedale

Quali sono le principali cause di morte in Italia? Purtroppo tra nord e sud esiste ancora un netto divario, con la prevenzione che funziona nelle regioni settentrionali, mentre in quelle meridionali si assiste a più morti per cancro e malattie. Alessandro Solipaca, direttore scientifico dell'Osservatorio nazionale sulla salute delle regioni italiane, in occasione della presentazione del Rapporto Osservasalute dà un quadro della situazione.

Se da un lato nel nostro paese si muore meno a causa dei tumori e delle malattie croniche, questo vale solo nelle regioni dove la prevenzione effettivamente funziona. Al Sud la situazione è invece più allarmante: il tasso di mortalità per tumori e malattie croniche è maggiore rispetto al Nord, con percentuali che variano dal 5 al 28 per cento.

A destare preoccupazione secondo Alessandro Solipaca è la mortalità precoce, quella tra i 30 e i 69 anni, causata da malattie come tumori, diabete, malattie croniche, malattie cardiovascolari.

Tale mortalità è diminuita negli ultimi anni ma maggiormente al Nord, dove maggiori e più efficaci risultano i progetti di prevenzione.

Al sud i dati sono opposti: in Campania
si registra un +28% di mortalità per tali malattie rispetto alla media nazionale del 2,3%. In Sicilia la mortalità è del +10%, in Sardegna è del +7% e in Calabria è del +4,7%. Eccezione è la Puglia dove, invece, il tasso di mortalità è nella media nazionale". Dunque, rileva il Rapporto, "laddove la prevenzione funziona, la salute degli italiani è più al sicuro, con meno morti per tumori e malattie croniche come il diabete e l'ipertensione: diminuiti del 20% in 12 anni i tassi di mortalità precoce per queste cause.

Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, sottolinea:

E' evidente il fallimento del Servizio Sanitario Nazionale (Ssn), anche nella sua ultima versione federalista, nel ridurre le differenze di spesa e della performance fra le regioni italiane.

Effettivamente il gap tra le regioni italiane è forte e per il presidente si tratta di problemi legati a scelte politiche e gestionali sbagliate. Lui spera che si possa intervenire al più presto al fine di ottenere

un riequilibrio del riparto del Fondo Sanitario Nazionale, non basato sui bisogni teorici desumibili solo dalla struttura demografica delle Regioni, ma sui reali bisogni di salute, così come è urgente un recupero di qualità gestionale e operativa del sistema, troppo deficitarie nelle regioni del Mezzogiorno, come ampiamente evidenziato nel nuovo Rapporto Osservasalute.

Foto iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Cause di morte in Italia: al sud si muore di più per cancro e malattie croniche é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 15:26 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Nuovo governo: un mese e mezzo senza esecutivo, ma il record è di Amato Thu, 19 Apr 2018 12:28:35 +0000 http://www.polisblog.it/post/390488/nuovo-governo-mese-mezzo-senza-esecutivo-record-amato http://www.polisblog.it/post/390488/nuovo-governo-mese-mezzo-senza-esecutivo-record-amato redazione Blogo.it redazione Blogo.it

nuovo governo giuliano amato

Il nuovo governo non ha visto ancora la luce, nonostante siano passati ben 46 giorni dalle elezioni politiche del 4 marzo 2018. Le consultazioni procedono anche se al momento non si intravede ancora una via d’uscita. Attenzione, non è che l’Italia non ai in questo momento governata, poiché Gentiloni (seppur dimissionario) e il suo esecutivo fanno funzioni fino a quando non entrerà in carica quello nuovo. Comunque sia, molti italiani sono spazientiti e tramite i social network esprimono il proprio disappunto per il fatto che i partiti che hanno preso più voti non riescano ad accordarsi.

La storia d’Italia, in realtà, dice che non sempre è stato così semplice formare un nuovo governo: l’ultimo nato dopo elezioni, quello guidato da Letta (poi disarcionato da Renzi), iniziò a lavorare dopo 61 giorni dalla tornata elettorale. Allora, i seggi si erano chiusi il 25 febbraio, mentre il nuovo governo entrò in carica il 27 aprile, con un’empasse di 61 giorni. Non si tratta comunque del record della storia d’Italia, poiché nella classifica generale il governo Letta è solo terzo: in vetta, come ricorda Corriere.it, c’è il 1° governo Amato, che entrò in carica ad 82 giorni di distanza dal voto. Al secondo posto, invece, troviamo il governo Cossiga, che nel 1979 si formò dopo 62 giorni dalle elezioni politiche. Al quarto posto, dietro a Letta, troviamo il secondo governo Andreotti, nato nel 1972 a 50 giorni dal voto.

La classifica cambia e i tempi si allungano se si tiene in considerazione la data di dimissioni del precedente governo rispetto alla formazione del nuovo esecutivo. In questo caso, il primo posto in classifica spetta al primo governo Prodi, che nel 1996 nacque a distanza di 127 dalle dimissioni del precedente presidente del Consiglio, Dini. Secondo in classifica il governo Cossiga del ’79, che ebbe inizio a 126 giorni dalle dimissioni di Andreotti. Sul terzo gradino di questo podio il secondo esecutivo Andreotti (1972), formatosi dopo 121 giorni d’attesa dalle dimissioni di quello precedente.

PROSEGUI LA LETTURA

Nuovo governo: un mese e mezzo senza esecutivo, ma il record è di Amato é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:28 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Roma, uccide il cane del figlio lanciandolo dal 7° piano Thu, 19 Apr 2018 12:26:32 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592910/roma-uccide-il-cane-del-figlio-lanciandolo-dal-7-piano http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592910/roma-uccide-il-cane-del-figlio-lanciandolo-dal-7-piano Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Roma: padre uccide il cane del figlio

ROMA - Nel pomeriggio di ieri un uomo ha ucciso la cagnolina del figlio, una femmina di Jack Russell, lanciandola dal settimo piano di un palazzo. Ad informare le forze dell'ordine è stata una telefonata al 112, nella quale è stato raccontato quanto accaduto. Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato un adolescente in lacrime, che stringeva al petto il corpo del suo cane all'interno del piccolo parco che si trova sotto il palazzo in questione.

Proprio mentre gli agenti stavano cercando di farsi spiegare cosa fosse accaduto, sul posto è arrivato un uomo di 44 anni che ha iniziato ad inveire all'indirizzo dei poliziotti, aggiungendo una frase sconcertante: "Tutte ste pagliacciate per un cane". L'uomo, non contento, ha colpito con calci e pugni i due poliziotti che cercavano di identificarlo, costringendoli ad utilizzare lo spray al peperoncino in dotazione.

Neanche questo ha placato l'ira dell'uomo che ha colpito ripetutamente anche l'auto di servizio mentre veniva caricato nel veicolo. Una volta arrivato in commissariato il fermato ha anche cercato di auto-lesionarsi. La polizia sta indagando per cercare di ricostruire cosa sia esattamente accaduto.

PROSEGUI LA LETTURA

Roma, uccide il cane del figlio lanciandolo dal 7° piano é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 14:26 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Bus elettrici: Toyota lancia il Sora a fuel cell Thu, 19 Apr 2018 12:00:39 +0000 http://www.ecoblog.it/post/174556/bus-elettrici-toyota-sora-fuel-cell http://www.ecoblog.it/post/174556/bus-elettrici-toyota-sora-fuel-cell Peppe Croce Peppe Croce



Al via le vendite in Giappone del nuovo citybus elettrico a fuel cell Sora, prodotto da Toyota. Il nuovo modello dedicato al trasporto pubblico cittadino è a emissioni zero perché 100% elettrico, alimentato da celle a combustibile (cioè idrogeno).

Si tratta di un bus da 10 metri e mezzo di lunghezza e 79 passeggeri di capacità, autista incluso. E' spinto da due motori elettrici da 113 kW di potenza e 335 Nm di coppia, alimentati da due stack da 114 kW ciascuno.

Il Toyota Sora si distingue anche per alcune caratteristiche interessanti, oltre per il semplice fatto di essere un autobus elettrico a idrogeno. Parte dell'elettricità, per un massimo di 9 kW e 235 kWh, può essere infatti erogata a un dispositivo all'esterno del bus.

In pratica il bus può essere utilizzato come un generatore di corrente, in caso di disastro o necessità in strada. In un paese come il Giappone, dove i terremoti sono purtroppo frequenti, questa funzionalità può diventare molto utile. Il Sora è inoltre dotato di telecamere lungo tutto il suo perimetro, per individuare elettronicamente pedoni e ciclisti e aumentare la sicurezza di marcia.

Toyota prevede di produrre e vendere oltre 100 Sora a fuel cell entro il 2020, soprattutto nell'area metropolitana di Tokyo e in vista dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020.

PROSEGUI LA LETTURA

Bus elettrici: Toyota lancia il Sora a fuel cell é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 14:00 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
[VIDEO] Tir su piccolo ponte di legno: riuscirà ad attraversare? Thu, 19 Apr 2018 11:38:56 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592901/video-tir-piccolo-ponte-legno-riuscira-attraversare http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592901/video-tir-piccolo-ponte-legno-riuscira-attraversare Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

tir ponte legno

Turchia - L’autista di un tir ha dimostrato di avere coraggio da vendere. Dovendo trasportare una roulotte al di là del fiume Yusufeli, il conducente del grosso e pesante mezzo si è trovato a dover attraversare un piccolo ponte in legno di dubbia tenuta. Per nulla impaurito, l’autista conduce il mezzo con precisione e destrezza, senza alcuna esitazione. Com’è andato a finire il rischioso attraversamento? Guardate voi stessi…

PROSEGUI LA LETTURA

[VIDEO] Tir su piccolo ponte di legno: riuscirà ad attraversare? é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:38 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Lucca, nuovo video degli studenti che bullizzano il professore Thu, 19 Apr 2018 11:17:57 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592873/lucca-nuovo-video-degli-studenti-che-bullizzano-il-professore http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592873/lucca-nuovo-video-degli-studenti-che-bullizzano-il-professore Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Il video che ha fatto molto discutere ieri, nel quale si vede uno studente minacciare e umiliare un professore dell'ITC Carrara di Lucca non è l'unico che sta circolando in rete. Nella stessa classe, forse dallo stesso studente, è stato girato anche un secondo video che sta facendo il giro del web.

In questo secondo filmato si vede il professore - un docente di italiano e storia con gravi problemi di salute alle spalle - in balia di più bulli che urlano parolacce e bestemmie, facendo di tutto davanti ai suoi occhi. Insulti anche nei confronti di una ragazza della classe, definita 'boiler del ca**o' dall'autore del video.

La polizia postale e la Digos hanno acquisito i filmati. Quattro studenti, tutti minorenni, sono già finiti nel registro degli indagati.

PROSEGUI LA LETTURA

Lucca, nuovo video degli studenti che bullizzano il professore é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:17 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Soverato, "Il tumore è inoperabile": colletta per pagargli l'operazione a New York Thu, 19 Apr 2018 10:34:12 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592889/soverato-il-tumore-e-inoperabile-colletta-per-pagargli-loperazione-a-new-york http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592889/soverato-il-tumore-e-inoperabile-colletta-per-pagargli-loperazione-a-new-york Stefano Capasso Stefano Capasso

29063824_152710585405745_8867344376667874097_o.jpg

Orlando "il guerriero" Fratto, un 35enne di Soverato (Catanzaro) sta lottando per vivere. Nel 2016 ha scoperto di avere un sarcoma alla gamba. È stato operato a Milano e per un anno e mezzo ha potuto condurre una vita normale. Il tumore però si è ripresentato a novembre 2017, questa volta all'addome. I medici purtroppo gli hanno dovuto comunicare che, data la complessità della situazione, era impossibile sottoporlo ad un'operazione in Italia.

L'unico a potergli regalare una speranza era un medico giapponese, Kato Tomoaki, un chirurgo che ha inventato una tecnica rivoluzionaria e che opera esclusivamente nella struttura ospedaliera della Columbia University a New York. La famiglia, però, non aveva modo di sostenere i costi dell'intervento e della degenza post operatoria che si aggirano attorno al mezzo milione di euro. A questo punto è partita una gara di solidarietà che gli ha permesso di raccogliere abbastanza soldi per poter volare a New York e sottoporsi all'intervento.

L'operazione è durata circa 10 ore e il chirurgo è riuscito a a rimuovere interamente la massa tumorale di 30 centimetri per 50. Adesso Orlando è ricoverato e si prepara a sottoporsi ai pesanti cicli di chemioterapia indispensabili per tentare di guarire. Arrivare a New York ha rappresentato un grande risultato, ma come ha spiegato la famiglia mancano ancora 100mila euro per coprire interamente i costi. Chi volesse contribuire può farlo inviando un bonifico alla associazione Orlando "il Guerriero" Onlus.

Iban: IT08W0812642770003000055622

Dall'estero, Codice BIC: ICRAITRR310

Intestato a: Orlando il Guerriero Onlus; Via Carlo Amirante 21 Soverato (CZ)

CAUSALE: DONAZIONE PER ORLANDO

Questo il servizio che il Tg5 ha dedicato alla sua storia:

PROSEGUI LA LETTURA

Soverato, "Il tumore è inoperabile": colletta per pagargli l'operazione a New York é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 12:34 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Salvini: "Da Casellati provo a convincere gli altri. Per me va bene un terzo nome" Thu, 19 Apr 2018 10:21:16 +0000 http://www.polisblog.it/post/390485/salvini-da-casellati-provo-a-convincere-gli-altri-per-me-va-bene-un-terzo-nome http://www.polisblog.it/post/390485/salvini-da-casellati-provo-a-convincere-gli-altri-per-me-va-bene-un-terzo-nome redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Salvini a Catania

Matteo Salvini questa mattina ha partecipato a un incontro con i lavoratori della Auchan a Catania e ora si prepara a tornare a Roma dove, alle 14:30, ha appuntamento a Palazzo Giustiniani con la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, dalla quale si presenterà con i rappresentati di Forza Italia e Fratelli d'Italia.

A margine dell'incontro di stamane il leader della Lega si è fermato con i giornalisti ai quali ha detto:

"Vediamo se riesco a inventarmi qualcosa in più rispetto al tanto che come Lega abbiamo già ipotizzato per iniziare a partire. L'Italia non può aspettare. Non c'è alcuna novità. Se tutti continuano a rimanere fermi sulle loro posizioni. Io ultimatum non ne pongo, vediamo se oggi dal presidente Casellati, insieme a tutti, riesco a convincere gli altri"

Salvini ha anche rilasciato un'intervista a Emanuele Lauria di Repubblica al quale ha detto:

"Ripeteremo con coerenza quello che abbiamo detto fin dal primo giorno: è giusto che gli italiani abbiano un governo con i primi e i secondi che lavorino a un governo senza veti e senza capricci. Da tempo, invece, i 5 Stelle dicono 'No, no, no, se c'è Berlusconi noi non ci stiamo e poi comunque Di Maio deve fare il Premier e poi decidiamo noi chi c'è e chi non c'è'. Se i 5 Stelle continueranno con la loro cocciutaggine e arroganza non se ne esce, magari preferiscono cambiare l'Italia con Renzi e con la Boschi, mi sembra uno strano modo per cambiare l'Italia"

Gli viene poi chiesto dell'ipotesi di un appoggio esterno di Forza Italia:

"È strano che i secondi arrivati impongano le regole del gioco ai più votati dagli italiani. Ci siamo presentati come Centrodestra con candidati comuni, eletti con i voti di tutti e poi perché Di Maio non gradisce questo modello di democrazia cambiamo quello che abbiamo chiesto agli italiani? No"

Alla domanda sulla possibilità di accordarsi su un terzo nome, Salvini conferma la sua disponibile, ma dice:

"Prima di fare fantasie sul terzo nome occorre che gli altri dicono a me andrebbe bene un terzo nome. A me andrebbe bene, ma Di Maio finora ha sempre detto 'Io, io, io'"

Poi spiega che l'eventuale Premier dovrebbe essere un eletto, non un personaggio esterno all'arco parlamentare:

"Deve essere un terzo nome condiviso, non uno esterno, abbiamo già dato con Monti"

Sulla possibilità che Mattarella opti per un governo del Presidente, quindi sostanzialmente un governo tecnico, Salvini dice:

"Per fare cosa? Con che programma? Con quali temi? Sulla Fornero che si fa? Sull'immigrazione che si fa? Non sarebbe un governo appoggiato dalla Lega"

Salvini dopo incontro con Casellati oggi sarà in Molise, a Isernia.

Foto © Facebook Matteo Salvini

PROSEGUI LA LETTURA

Salvini: "Da Casellati provo a convincere gli altri. Per me va bene un terzo nome" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:21 di Thursday 19 April 2018

]]>
0
Morte di Giuseppe Di Matteo, il boss: "Fecero bene a scioglierlo nell'acido" Thu, 19 Apr 2018 09:28:45 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592875/morte-di-giuseppe-di-matteo-il-boss-fecero-bene-a-scioglierlo-nellacido http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/592875/morte-di-giuseppe-di-matteo-il-boss-fecero-bene-a-scioglierlo-nellacido Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Morte di Giuseppe Di Matteo

Dalle intercettazioni raccolte nell'ambito delle indagini che stanotte hanno condotto all'arresto di 21 boss della rete di Matteo Messina Denaro emergono delle frasi agghiaccianti pronunciata uno dei boss finito in manette:

"Allora ha sciolto a quello nell'acido, non ha fatto bene? Ha fatto bene. Se la stirpe è quella... suo padre perché ha cantato? Ha rovinato mezza Palermo quello... allora perfetto"

E il suo interlocutore, un altro mafioso, aggiunge:

"Il bambino è giusto che non si tocca però aspetta un minuto... perché se no a due giorni lo poteva sciogliere... settecento giorni sono due anni... tu perché non ritrattavi tutte cose? Se tenevi a tuo figlio, allora sei tu che non ci tenevi"

E nel botta e risposta il primo aggiunge:

"Giusto! Perfetto! E allora... fuori dai c***ni. Dice: 'Io sono in una zona segreta, sono protetto, non mi possono fare niente'... sì a te... però ricordati c***ne che una persona la puoi ammazzare una volta, ma la puoi far soffrire un mare di volte"

Dai dettagli si capisce che i due boss si stanno riferendo alla vicenda di Giuseppe Di Matteo, figlio del pentito Santino, rapito quando aveva 13 anni e ucciso a 15 anni, sciolto nell'acido, dopo 779 giorni di prigionia. L'obiettivo del rapimento era di convincere il padre a ritrattare tutto. La conversazione intercettata è molto recente, del 19 novembre 2017.

La vicenda di Giuseppe Di Matteo è stata raccontata in un film uscito a maggio 2017, Sicilian Ghost Story di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, una co-produzione italo-franco-svizzera. Il ragazzino fu ucciso nel 1996 dagli uomini di Brusca.

La foto è tratta dal film Sicilian Ghost Story

PROSEGUI LA LETTURA

Morte di Giuseppe Di Matteo, il boss: "Fecero bene a scioglierlo nell'acido" é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:28 di Thursday 19 April 2018

]]>
0